Lingua   

Big Red

Tip & Tinker
Lingua: Inglese


Ti può interessare anche...

Tunnel Vision
(Kate Tempest)
Turn Your Back
(Billy Talent)
Torrey Canyon
(Serge Gainsbourg)


[1963]
Scritta da George “Tip” Tipton e Joseph “Tinker” Lewis
Nell’album intitolato “Moanin’ n’ Groanin’”, con Charlie Scott.
Ad alcune canzoni di questo album collaborò Fred Neil, ma non è chiaro se questa in particolare (anche se i temi ecologisti, come sappiamo, sono sempre stati molto cari al grande e misconosciuto cantautore nato in Ohio e vissuto in Florida)
Ho trovato il testo di questo curioso brano su Fred Neil Lyrics. Compiled by Robin Dunn & Chrissie van Varik

Moanin’ n’ Groanin’

Gli appellativi “Redwood” e “Big Tree” designano in America la Sequoia sempervirens, la Sequoia, l’albero più alto del mondo (fino ad oltre 110 metri) e anche uno dei più longevi (1.200-1.800 anni). Il cugino Sequoiadendron giganteum, la Sequoia Gigante, è molto più raro, limitato ad una ristretta zona della Sierra Nevada, California, ed è possibilmente ancora più longevo (fino a 3.500 anni), anche se più tozzo, cioè meno alto (“solo” un’ottantina di metri) ma con uno sviluppo assai più massiccio del tronco. Il Sequoiadendron è un vero e proprio “dinosauro”, un relitto preistorico al pari, ad esempio, del pesce osseo Latimeria Celacanto, per quel che riguarda il mondo animale.



A cavallo tra 800 e 900 le grandi Sequoie vennero decimate, nonostante che il legno, paradossalmente fibroso e fragile una volta che l’esemplare sia stato abbattuto, non sia per nulla adatto a scopi commerciali. Oggi l’ubicazione di molte tra le più imponenti Sequoie sopravviventi – alcune delle quali, vivendo in posti selvaggissimi, sono state scoperte, censite e misurate solo negli ultimi anni - non viene neppure resa nota, in modo da proteggerne al meglio l’ecosistema.



Ho avuto modo di ossevare una Sequoia impiantata forse un secolo fa in un giardino a Torre Pellice e, benchè sia alta “solo” una quarantina di metri (in “cattività” non crescono come in natura), ho trovato quella “Big Red” davvero imponente.

Questa triste canzone è raccontata direttamente dalla Sequoia protagonista, aggredita senza possibilità di difesa da alcuni ometti minuscoli (al cospetto del gigante) armati di ascia…
Timber
Timber

I woke up, early one morning
Pain stabbing me in my side
Some puny men in jack boots (in jack boots)
Was a-clingin’ to my hide
Well I wasn’t glad to see ‘em
‘Cause they’ll never be my friend
Well, they stood there, with-a twin axe
They was gonna do me in (gonna do me in)
(Gonna do me in)

Well I fought with every cunning trick
That I could scheme and plan
Suddenly three winners
Received a telegram
Well the word they got was terse love/Lord
And they didn’t state the fact
Well I let ‘em climb up ninety feet
Shook ‘em loose, and broke their backs

Big Red they call me
Three hundred tons of wood
Timber – I’m fallin’
I’m going down for good

I was born on this mountain (oohh)
About thousand years ago, well lord (oohh)
Big Red they call me (ohh)
Well I thought you ought to know

(Big Red)
(Big Red)

Well I cried out, to Mother Nature (Big Red)
To plead my case with them
Lord, I trembled in my agony
My time was growing slim
Well, she did just what I asked her
Because she loved me so
And then the thunder brought me bad news
He said, Red you gotta go

Aha – ahuh
Aha – ahuh
Aha – ahuh
Aha – ahuh

Well I stared down from two-hundred more (aha – ahuh)
A-winkin’ and a-blinkin’ feet (aha – ahuh)
Had them puny men in jack boots (aha – ahuh)
Gonna make me boil some meat (aha – ahuh)
Well I prayed from dawn till breakfast (aha – ahuh)
To that pack of human brutes (aha – ahuh)
They just cut me down, Lord (aha – ahuh)
And left me just my roots

Big Red they call me
Three hundred tons of wood
Timber – I’m fallin’
I’m going down for good

I was born on this mountain
About thousand years ago
Well Lord, Big Red they call me
And now, I gotta go

Big Red
Big Red

Timber
Timber
Timber
Timber

inviata da Bernart Bartleby - 13/10/2016 - 14:39



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org