Lingua   

Things Have Changed

Bob Dylan


Lingua: Inglese



[1999]
Parole e musica di Bob Dylan
Canzone scritta per la colonna sonora del film “Wonder Boys” (2000), diretto da Curtis Hanson, con Michael Douglas.

Things Have Changed
A worried man with a worried mind
No one in front of me and nothing behind
There's a woman on my lap and she's drinking champagne
Got white skin, got assassin's eyes
I'm looking up into the sapphire tempered skies
I'm well dressed, waiting on the last train
Standin' on the gallows with my head in the noose
Any minute now I'm expectin' all hell to break loose
People are crazy and times are strange
I'm locked in tight, I'm out of range
I used to care but - things have changed.

This place ain't doin' me any good
I'm in the wrong town, I should've been in Hollywood
Just for a second there I thought I saw something move
Gonna take dancin' lessons, do the jitterbug rag
Ain't no shortcuts, gonna dress in drag
Only a fool in here would think he got anythin' to prove
Lotta water under the bridge, lotta other stuff too
Don't get up gentlemen, I'm only passing through
People are crazy and times are strange
I'm locked in tight, I'm out of range
I used to care but - things have changed.

I've been walkin' forty miles of bad road
If the Bible is right the world will explode
I'm tryin' to get as far away from myself as I can
Some things are too hot to touch
The human mind can't only stand so much
You can't win with a losing hand
Feel like falling in love with the first woman I meet
Puttin' her in a wheelbarrow and wheelin' her down the street
People are crazy and times are strange
I'm locked in tight, I'm out of range
I used to care but - things have changed.

I hurt easy, I just don't show it
You can hurt someone and not even know it
The next sixty seconds could be like an eternity
Gonna get lowdown, gonna fly high
All the truth in the world adds up to one big lie
I'm in love with a woman that don't even appeal to me
Mr. Jinx and miss Lucy they jumped in a lake
I'm not that eager to make a mistake
People are crazy and times are strange
I'm locked in tight, I'm out of range
I used to care but - things have changed

inviata da Bernart Bartleby - 19/8/2016 - 23:54




Lingua: Italiano

Traduzione italiana e note di Michele Murino da Maggie's Farm
LE COSE SONO CAMBIATE

Un uomo preoccupato con un animo preoccupato
Nessuno di fronte a me e niente dietro
C'è una donna sul mio grembo e sta bevendo champagne
Ha la pelle bianca e gli occhi di assassina
Io guardo in alto verso i cieli di colore blu zaffiro
Sono vestito bene ed aspetto l'ultimo treno
Me ne sto sul patibolo con la testa nel cappio
Da un minuto all'altro mi aspetto che si scateni l'inferno
La gente è pazza ed i tempi sono strani
Sono legato stretto, sono fuori portata
Ero solito preoccuparmi, ma le cose sono cambiate

Questo posto non mi fa affatto bene
Sono nella città sbagliata, dovrei essere ad Hollywood
Solo per un attimo pensavo di aver visto qualcosa muoversi
Devo prendere lezioni di danza, ballare il jitterbug rag*
Niente abiti corti, devo vestirmi in lungo
Solo uno stupido qui dentro penserebbe di avere qualcosa da provare
E' passata troppa acqua sotto i ponti, ed anche un mucchio di altra roba
Non vi alzate signori, sono solo di passaggio
La gente è pazza ed i tempi sono strani
Sono legato stretto, sono fuori portata
Ero solito preoccuparmi, ma le cose sono cambiate

Ho camminato sulla cattiva strada per quaranta miglia
Se la Bibbia dice il vero il mondo sta per esplodere
Sto cercando di fuggire il più lontano possibile da me stesso
Certe cose sono troppo bollenti perchè le si possa toccare
L'animo umano non può reggere tanto
Non si può vincere con una mano perdente
Sento che mi innamorerò della prima donna che incontro
la metterò in una carriola e me la porterò per la strada
La gente è pazza ed i tempi sono strani
Sono legato stretto, sono fuori portata
Ero solito preoccuparmi, ma le cose sono cambiate

Basta poco a ferimi, solo che non lo dò a vedere
Si può ferire qualcuno senza neanche accorgersene
I prossimi sessanta secondi potrebbero durare un eternità
toccherò il fondo, volerò alto
Tutta la verità nel mondo risulta un'unica grande menzogna
Sono innamorato di una donna che nemmeno mi piace
Mr. Jinx e Miss Lucy ** sono finiti in un lago
Io non sono così impaziente di commettere un errore
La gente è pazza ed i tempi sono strani
Sono legato stretto, sono fuori portata
Ero solito preoccuparmi, ma le cose sono cambiate
* danza movimentata dal ritmo vivace
** chi sono questo Mr.Jinx e questa Miss Lucy finiti in un lago?
Chiunque abbia qualche idea scriva alla posta di Maggie's Farm.
Personalmente, conoscendo la tendenza di Dylan ad inserire nei propri testi riferimenti religiosi (anche in questa canzone viene citato il Libro dei Libri), ho pensato che anche in questo caso si potesse trattare di qualcosa di simile dal momento che il nome Jinx viene utilizzato in inglese con riferimento al Diavolo ed inoltre Lucy potrebbe essere il "diminutivo" di Lucifer, ovvero Lucifero, il capo degli angeli che nella tradizione cristiana si ribellò a Dio e precipitò dal cielo all'inferno (finito in un lago?).
E' solo una coincidenza?
Dylan-interpreti fate sentire la vostra opinione...

inviata da Bernart Bartleby - 19/8/2016 - 23:55


Forse si potrebbero spendere due parole in più su questa che per me è una delle migliori canzoni di Dylan degli ultimi vent'anni e sul perché la si consideri una CCG.

Butto lì un paio di osservazioni trovate qua e là. La prima e forse più ovvia è il riferimento a The Times They Are A-Changin': nel ritornello ci sono le parole time e change, però al passato. "Your old road is rapidly agin'" e, trentacinque anni dopo, si trova dall'altra parte della barriera generazionale. "I used to care but things have changed".

Più che altro mi sembra una canzone di completa estraneazione da un mondo completamente folle, forse per questo hai pensato di inserirla? le immagini di violenza nella prima strofa, l'impossibilità di rifugiarsi nella vita mondana di Hollywood... ma anche l'impossibilità di scrivere canzoni impegnate come faceva un tempo. Di nuovo, leggere sotto questa luce "I used to care but things have changed". Una spece di "My Back Pages" trent'anni dopo.

Per Mr Jinx non scomoderei Lucifero, sembra che si riferisca al gatto della serie Pixie Dixie and Mr Jinx della Hanna Barbera. Cosa stia a simboleggiare non mi è del tutto chiaro...

Per finire una osservazione sulla genialità di Dylan, quando canta "The next sixty seconds could be like an eternity" mancano esattamente 60 secondi alla fine della canzone.

Lorenzo Masetti - 20/8/2016 - 11:25


Ciao Lorenzo, mi è sempre difficile commentare le canzoni di Dylan. In questo caso ho pensato che bastasse contribuire la traduzione italiana di Michele Murino. Sicuramente ho letto i versi di Dylan non soltanto come una riflessione su sè stesso ma come un'amara constatazione sul mondo degli uomini, un sentimento che mi è proprio e che più volte ho manifestato su queste pagine, arrivando addirittura ad invocare, paradossalmente, la nostra estinzione come unica soluzione... "Da un minuto all'altro mi aspetto che si scateni l'inferno / La gente è pazza ed i tempi sono strani..."
Saluti

Bernart Bartleby - 20/8/2016 - 13:46


Credo non sia assolutamente casuale la citazione di "Jitterbug rag" che era il titolo di una canzone interpretata da Sonny Terry, Blind Boy Fuller e Bull City Red.
La riga "Don't get up gentlemen, I'm only passing through" è presa da Un tram chiamato Desiderio del drammaturgo americano Tennesse Williams.
Invece "I've been walkin' forty miles of bad road" è stato un successo del 1959 di Duane Eddy.
Altri versi della splendida canzone di Dylan richiamano in maniera molto esplicita sia T.S. Eliot che la seconda lettera di S. Pietro 3,10.

Flavio Poltronieri - 20/8/2016 - 14:04




Lingua: Svedese

Versione svedese di Mikael Wiehe da Totta & Wiehe ‎– Dylan (2006)
totta

LÄNGESEN

En sliten själ i en sliten kropp
Inga minnen, inget hopp
Jag har en kvinna i mitt knä och hon
dricker champagne
Hennes hy är kritvit, hennes blick är död
Jag ser ut mot himlen som är svart och av rök
Jag väntar på ett tåg
som går nån annanstans
Jag står under galgen
med snaran om min hals
Mobben har tystnat
Dom väntar på mitt fall

Mänskor är galna och tiden trängd
Själv är jag är inlåst - eller utestängd
Jag bruka’ bry mej
men det är längesen

Den här stan är död, den verkar obebodd
Vad gör jag här, jag borde va i Hollywood
där allting händer
och allting är på gång
Tänkte ta lektioner, kanske i gammeldans
Det finns inga genvägar för den som vill nånstans
De’e bara nollor som tror dom måste
imponera på nån
Mycket vatten under broarna
och mycket annat med
Sitt kvar mina herrar
Jag ska ändå snart iväg

Mänskor är galna…

Fyrtio dagar i väglöst land
Om bibeln har rätt står världen snart i brand
Jag är på flykt från mej själv
så fort jag bara kan
Somliga saker kan man knappt förstå
Vår värld är för stor och våra tankar för små
Jag menar, hur kan man vinna
med bara lankor på hand
Jag vill bara falla
för första kvinna jag ser
Sätta henne i kärran
och bara ta henne med

Mänskor är galna…Jag är lätt att såra men jag döljer smärtan
Det är så lätt att (man) trampa(r) på nån annans hjärta
Sextio sekunder
kan va en evighet
Jag ligger lågt men jag siktar högt
Alla lögnare talar med len, mild röst
Jag älskar en kvinna som jag
t.o.m. vet är fel
Somliga tröttnar
och tar ett sista hopp
Jag gör mina misstag
men jag har inte lika brått

Mänskor är galna…

inviata da dq82 - 21/3/2017 - 12:24


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org