Lingua   

87 ore

99 Posse
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Penso che non me ne andrò
(99 Posse)
Goodbye Joe Hill
(Utah Phillips)
Ottantadue ore
(Pierpaolo Capovilla)


Video canzone e fonte commento

Brano dei 99 Posse e sigla finale del film “87 ore – gli ultimi giorni di Francesco Mastrogiovanni” (trailer)
Regia di Costanza Quatriglio
Fotografia: Sabrina Varani
Montaggio: Eleonora Marino
Color: Mauro Vicentini
Produzione: Luca Ricciardi, Diego Magnetta
Si ringrazia: Loredana Antonelli, Ex Opg Je So' Pazzo
Una produzione Doc Lab / Musica Posse

In onda su Rai3 il 28 dicembre 2015 alle ore 23:50.

87-ore


In uscita nelle sale cinematografiche il 23 novembre 2015 il film/documentario “87 ore – gli ultimi giorni di Francesco Mastrogiovanni” di Costanza Quatriglio cerca di far luce sul caso dell'insegnante elementare di Castelnuovo Cilento sottoposto a TSO il 31 luglio e rinchiuso nel reparto psichiatrico del Vallo della Lucania, dichiarato morto il 4 agosto. Sei medici sono stati condannati. Il film andrà in prima visione assoluta su RaiTre il 28 dicembre 2015.
‘O Zulù: “Siamo ancora capaci di emozionarci e quando lo facciamo insieme le emozioni diventano musica. Insieme a Costanza e alla famiglia Mastrogiovanni sono diventate un film. Insieme a voi speriamo ritornino emozioni".


2016
Il tempo, le parole, il suono
Il tempo, le parole, il suono



Francesco "Franco" Mastrogiovanni


Canzoni dedicate a Franco Mastrogiovanni:

Mastrogiovanni di Alessio Lega
Ottantadue ore di Pierpaolo Capovilla
Canzone per Francesco di Davide Gastaldo
Ballo del matto (per Franco Mastrogiovanni) di Luca Ricatti
87 ore dei 99 Posse


87, non mi ricordo bene com'è stato
sto molto male, sono fatto, frastornato
non mi ricordo bene com'è stato
che mi ritrovo qua nudo e legato troppo stretto a questo letto maledetto
87, non riesco a respirare,
ricordo, ero un maestro elementare
un libertario, respiravo
ricordo, stavo a mare e il mare mi suonava nella testa
e ricordo che sentivo di cantare e cantavo dell'amore, dell'odio, la passione, ribellione
gridavo contro il mare e stavo male ma anche bene
mò vaglielo a spiegare al maresciallo travestito da dottore che è stato un grande equivoco, che mi deve slegare
mò non dovrei gridare ma è possibile, mi dico che nessuno tenga un cuore o quantomeno un occhio clinico, sto male mi uccidono
ho gridato troppo forte e adesso vengono a ammazzarmi
87, come Nicola Sacco e Bartolomeo Vanzetti, maledetti
coi vostri piccoli giochetti di potere
dallo sbirro all'infermiere, siete peggio della merda ma vi voglio ringraziare
perché muovo consapevole che tenevo ragione su di voi
87 volte c'ho ragione
e canto a denti stretti nel torpore.

Addio Lugano bella,
gli anarchici van via. [ad libitum]

inviata da [ΔR-PLU] - 22/12/2015 - 13:26



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org