Lingua   

L'ultimo giorno di Santa

Beppe Giampà


Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Canzone per Fausto e Iaio
(Beppe Giampà)
Sangue sulle colline
(Mariano Deidda)


Canzone dedicata all'ultimo capitolo de "La luna e i falò" di Cesare Pavese. Beppe Giampà descrive il personaggio di Santa.
Santa fumava sigarette costose, mai viste a Canelli
le offri tutte a Nuto, con la bocca delicata
mentiva sulla sua vita

Santa disse di non voler baciare la mano
di chi le da uno schiaffo
baciando la mano di chi la spedì dritto all'inferno

Santa che tradisce i partigiani
lei che si unisce ai fascisti
la vana fuga e poi la morte
una sepoltura più degna delle altre

E anche la terra ne porta la cicatrice
la stessa ombra che Nuto ha sul cuore
Santa...Santina non la troveranno più

Santa, difesa muta negli occhi offesi
un urlo bianco come un abito
zittito dal mitra e poi...poi solo cenere

Santa, vestito bianco, anima grigia
giocando a carte su un tavolo storto
cercando se stessa su strade sbagliate

Raffiche di mitra e rosso sangue
su quel vestito bianco
ma Santina resta ancora bella
e in quel falò brucia la nostra giovinezza

E anche la terra ne porta la cicatrice
la stessa ombra che Nuto ha sul cuore
Santa...Santina non la troveranno più

E non sono più i capelli biondi di Santa
ma è cenere di fuoco
la giustizia non accetta spie
e pietà non può averne

Mamma ora che la storia è finita
facciamo finta che Santa non è morta
e non stava con i cattivi
io voglio salvarla

inviata da Valerio - 14/4/2015 - 22:00


Vorrei segnalare che l'amico Beppe Giampà di Asti, ha realizzato un intero cd in cui ha musicato e interpretato alcune poesie dell'amato Cesare Pavese tratte da "Verrà la morte e avrà i tuoi occhi".

Flavio Poltronieri - 16/4/2015 - 21:01


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org