Lingua   

Ballad of Barney Graham

Della Mae Graham


Lingua: Inglese


Ti può interessare anche...

More Good Men Going Down
(David Blue)
Genova, 20 luglio 2001 - Ballata per Carlo Giuliani, ragazzo
(Renato Franchi & Orchestrina del Suonatore Jones)
Khaled Said
(Il nero ti dona)


[1933]
Canzone composta dalla giovanissima Della Mae Graham in morte di suo padre, il leader sindacale Barney Graham, assassinato a colpi di pistola.
Testo trovato su Folk Archive
Brano interpretato da Pete Seeger e presente in diverse sue raccolte, a cominciare da “American Industrial Ballads” pubblicata dalla Folkways Records nel 1956.

American Industrial BalladsAmerican Industrial Ballads



Nel 1932 Barney Graham, militante dell’United Mineworkers, il sindacato dei minatori, era stato tra i leader di uno sciopero nel distretto di Davidson-Wilder, Tennessee. Una domenica mattina del 1933 Graham stava passeggiando per la via princiapale di Wilder quando due individui gli spararono alle spalle, proprio davanti allo spaccio della compagnia mineria.



Si trattava di sicari che la compagnia stessa aveva fatto venire da Chicago per “dare una lezione” al sindacalista. Siccome a Wilder non si muoveva foglia che i boss della miniera non volessero, non fu nemmeno possibile trovare un prete per il funerale. La funzione fu officiata da alcuni seminaristi arrivati da Nashville. Nessuno fu mai perseguito per l’omicidio.

A proposito di Union Burying Ground… (a proposito: grazie a Riccardo per la traduzione!)
On April the thirtieth,
In 1933,
Upon the streets of Wilder
They shot him, brave and free.

They shot my darling father,
He fell upon the ground;
'Twas in the back they shot him;
His blood come streaming down.

They took the pistol handles
And beat him on the head;
The hired gunmen beat him
Till he was cold and dead.

When he left home that morning,
I thought he'd never return;
But for my darling father
My heart shall ever yearn.

We carried him to the graveyard
There we laid him down;
To sleep in death for many a year
In the cold and sodden ground.

Although he left the union
He tried so hard to build,
His blood was spilled for justice,
And justice guides us still.

inviata da Bernart Bartleby - 14/4/2015 - 15:09



Lingua: Italiano

Traduzione italiana di Riccardo Venturi
14 aprile 2015

Due parole del traduttore. Pone parecchie difficoltà rendere il verso To sleep in death for many a year, alla lettera: "affinché dormisse nella morte per parecchi anni", o "per un anno e poi". Forse si tratta di una macabra ironia.
BALLATA DI BARNEY GRAHAM

Il trenta aprile
del 1933
nelle strade di Wilder
lo uccisero, libero e ardito.

Uccisero il mio amato padre,
lui cadde a terra;
gli spararono alle spalle,
scorse giù il suo sangue.

Con i calci delle pistole
lo colpirono in testa;
i sicari lo colpirono
finché non fu morto stecchito.

Quando era uscito quel mattino
pensai non sarebbe più tornato;
ma per il mio amato padre
il mio cuore si struggerà sempre.

Lo portammo al cimitero
dove lo seppellimmo
affinché dormisse per chissà quant'anni
morto nella terra fredda e inzuppata.

Sebbene avesse lasciato il sindacato
che aveva tentato di costruire con difficoltà
il suo sangue fu versato per la giustizia
e la giustizia ci guida ancora.

14/4/2015 - 20:07


Che te lo posso dare un piccolo suggerimento, Bart? Per le illustrazioni, invece di usare costantemente il "n0", che impila le figure senza nessun allineamento con un effetto grafico abbastanza mostruoso, non potresti usare qualche volta "l0" (l = elle, left) per allineare a sinistra e "r0" per allineare a destra? Magari giustapponendo le foto facendole seguire dall'html [br clear="both" /racchiuso tra graffe <>/] per evitare che l'eventuale testo dell'introduzione vi si frapponga? Provaci... (salud e grazie per il grazie alla traduzione, ma come avrai visto oggi la mia vecchia anima di Wobbly si è fatta vedere parecchio...)

Riccardo Venturi - 14/4/2015 - 19:51


Ciao Riccardo,

nella guida html che a suo tempo mi avete inviato i comandi che dici non ci sono e quindi non mi sono mai preoccupato della cosa.
Detti così, senza esemplificare, non ci capisco molto... E' vero, potrei ricavarli visulaizzando la sorgente della pagina, ma è una selva inestricabile per il sottoscritto...

Non è che magari mi mandi/mandate una guidina un po' più sofisticatina della precedente?

Saluti, vecchio Wobbly, a te e al tuo gatto selvaggio

B.B. - 14/4/2015 - 20:32


Guardo di mandartela per posta, magari con un esempio pratico. Capirai, poi fossi quel gran popo' d'informatico...mi sembro quasi buffo a me stesso :-)
Salumi!

Riccardo Venturi - 14/4/2015 - 21:20


Cari aspiranti informatici, questi comandi di cui state parlando sono disponibili quando le immagini sono caricate sul server. Se no è l'amministratore che approva le pagine di B.B. che deve scegliere l'allineamento usando l'interfaccia per scaricare tutte le immagini automaticamente... Hai presente Riccardo? Il grande fratello del sito dice che non l'hai mai usata :) Per gli amministratori, si tratta del bottoncino "scarica immagini" oppure il menù Modifica -> Modifica altro -> Scarica immagini.

B.B. Nel sorgente della pagina i comandi non ce li trovi perché vengono automaticamente trasformati in html standard dove naturalmente comandi del genere non ci sono.

Naturalmente tutto sarebbe estremamente più semplice se B.B. fosse amministratore (ah ah ah ci riprovo...)

Il Webmastro - 14/4/2015 - 21:25


Ehi Riccardo, ho come la sensazione che il Webmastro si stia prendendo gioco di noi... Che dici, potremmo andare a trovarlo una volta al CERN e mettere un po' d'ordine nei suoi calcoli sul nuovo acceleratore?

B.B. - 14/4/2015 - 21:45


Io sono salomonico, o salamonico che dir si voglia (e forse anche salaminico). Ritengo che, nel mio caso, eventuali prese per i fondelli informatiche siano ampiamente giustificate, e ne so qualcosa visto i miei stretti legami con un'informatica. Sono del tutto empirico, capisco gli sforzi titanici del Webmastro per mettere a disposizione sempre nuove features per questo sito, ma sono fermo ai "comandini" (come li chiamo) del dumilatré o dumilaquattro e mi ci trovo benissimo; quando poi mi trovo davanti un' "interfaccia", la prima cosa a cui penso è la faccia di un tifoso dell'Inter.

Interfaccia.
Interfaccia.


Vorrà dire che rimetterò a posto le foto e le figure io stesso, con santa pazienza. Suggerirei anche a te la più elevata nonchalance informatica, non è evidentemente ciò per cui siamo stati disegnati. Ad ogni modo qualche exploit informatico mi è capitato di averlo: ad esempio una volta ho insegnato come si fanno gli accenti greci al povero Testa, che scriveva costantemente senza accenti. Mi abbracciò quella volta, a casa sua.... (Salud a te e al Webmastro)

NB. Comunque pochi giorni fa ho fatto sbellicare dalle risate l'informatica con cui ho stretti legami, chiamando un motore di ricerca "cerchìno". I miei termini informatici sono celebri, tipo "scarichìo" (download) o "spazzolaiolo" (browser). Applico sistematicamente la campagna toscana alla scarsissima informatica di cui sono in possesso.

Riccardo Venturi - 14/4/2015 - 22:50


Senti se vuoi il bottone te lo chiamo scarichio delle immagini però tu cliccaci anzi stiaccialo!

Il webmastro - 14/4/2015 - 23:22


Sarebbe un sogno stiaccià lo scarichìo !!!!!! :-))) Potrei farti un monumento in via Pio Fedi angolo via Massa, ti giuro....

Riccardo Venturi - 15/4/2015 - 01:45


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org