Lingua   

Desaparecido

Manu Chao


Lingua: Spagnolo


Ti può interessare anche...

Machine Gun
(Mano Negra)
Por el suelo
(Manu Chao)
Bella Ciao
(anonimo)


Desaparecidos: le vittime invisibili delle guerre.
Fatti sparire in silenzio: senza rumore, senza scandali, senza giustificazioni, senza processi, senza avvocati, senza condanne, senza niente, tranne l’aberrante presunzione del potere – tipico di molte dittature - di poter disporre della vita e della morte di esseri umani spesso innocenti e colpevoli soltanto di desiderare un mondo migliore non solo per se stessi e per pochi altri privilegiati, ma per tutti.
Me llaman el desaparecido
Que cuando llega ya se ha ido
Volando vengo, volando voy
Deprisa deprisa a rumbo perdido

Cuando me buscan nunca estoy
Cuando me encuentran yo no soy
El que está enfrente porque ya
Me fui corriendo más allá

Me dicen el desaparecido
Fantasma que nunca está
Me dicen el desagradecido
Pero esa no es la verdad

Yo llevo en el cuerpo un dolor
Que no me deja respirar
Llevo en el cuerpo una condena
Que siempre me echa a caminar

Me llaman el desaparecido
Que cuando llega ya se ha ido
Volando vengo, volando voy
Deprisa deprisa a rumbo perdido

Yo llevo en el cuerpo un motor
Que nunca dejade rolar
Yo llevo en el alma un camino
Destinado a nunca llegar

Me llaman el desaparecido
Cuando llega ya se ha ido
Volando vengo, volando voy
Deprisa deprisa a rumbo perdido

Perdido en el siglo... siglo XX... rumbo al XXI

inviata da i.fermentivivi - 9/11/2006 - 15:20




Lingua: Italiano

Versione italiana
DESAPARECIDO

Mi chiamano il desaparecido
che quando arriva già se ne è andato.
Volando vengo, volando vado
velocemente a direzione persa.

Quando mi cercano non ci sono mai,
quando mi incontrano non sono io
quello che sta di fronte perché già
me ne sono andato correndo più in là .

Mi chiamano il desaparecido,
fantasma che non c’è mai,
mi chiamano l’ingrato,
ma non è la verità,

porto nel corpo un dolore
che non mi lascia respirare,
porto nel corpo una condanna
che mi costringe a camminare.

Mi chiamano il desaparecido
che quando arriva già se ne è andato.
Volando vengo, volando vado
velocemente a direzione persa,

porto in corpo un motore
che non mi lascia fermare,
porto nell’anima un cammino
destinato a non arrivare mai.

Mi chiamano il desaparecido,
quando arriva già se ne è andato.
Volando vengo, volando vado
velocemente a direzione persa,

perso nel secolo…XX…verso il XXI

inviata da i.fermentivivi - 9/11/2006 - 15:23




Lingua: Inglese

English translation
DESAPARECIDO

They call me the disappearer
when they come I've already gone,
Flying I come, flying I go
Quickly, quickly on a lost course
When they hunt me I'm not there
When they find me, I’m someone else
The one that’s always just ahead,
because I've already moved on
They call me the disappearer
The phantom whos never there
They call me the ungrateful,
But that's not the way it is
I carry on me a pain and sorrow,
that doesn't let me breathe,
I carry on me a final sentence,
That’s always pushing me along
They call me the disappearer
when they come I've already gone,
Flying I come, flying I go
Quickly, quickly on a lost course
They call me the disappearer
The phantom whos never there
They call me the ungrateful,
But that's not the way it is
I carry in my body a motor
that's always running and alive
I carry in my soul a destination,
but I never will arrive
When they hunt me, I'm not there
When they find me, I’m someone else
The one that’s always just ahead,
because I've already moved on
They call me the disappearing one
When they come I've already gone,
Flying I come, flying I go
Quickly, quickly on a lost course
Lost in the century,
the 20th century,
Heading for the 21st
when will I arrive, when will I arrive……

inviata da i.fermentivivi - 9/11/2006 - 15:25


non credo proprio che parli dei desaparecidos argentini.

Gianni - 11/3/2018 - 23:58


E, infatti, nessuno si è sognato in questa pagina di parlare specificamente di desaparecidos argentini, Gianni. Saluti.

CCG/AWS Staff - 12/3/2018 - 08:11


E invece i.fermentivivi nella loro introduzione al brano motivavano l'inserimento parlando proprio dei desaparecidos di tante dittature.
E anch'io, come Gianni, credo invece che non c'entri nulla e che la canzone sia autobiografica, cioè descriva l'essenza, o una delle attitudini del suo autore, l'inafferrabile ribelle Manu Chao.
Proporrei di spostarla negli Extra.
Ciao

B.B. - 12/3/2018 - 08:42


esatto, come dice B.B. la interpretazione più comune della canzone è che parli dello stesso Manu Chao che era "scomparso" dalla scena musicale dopo lo scioglimento dei Mano Negra e che proprio con questo album inaugurò alla grande la sua carriera solista.

Gianni - 12/3/2018 - 09:12


io credo che al di là dei gusti musicali, del lavoro del paroliere di Mano Chao, il termine desaparecido denota, qualche cosa di cosi forte in latinoamerica, che per rispetto a chi a subito questa forte violenze bisognerebbe riconoscere che in questa canzone il testo è proprio fuori luogo. Forse tra desaparecido e clandestino per lui non ci sia nulla di diverso, forse i clandestini sono molti di più e le vittime della clandestinità sono maggiori. Ma il testo di desaparecido è proprio fuori luogo, grazie.

martin stigol - 20/5/2018 - 18:05


Beh desaparecido in spagnolo significa semplicemente "scomparso", è vero che immediatamente la parola porta a pensare alla tragedia dei desaparecidos in Argentina, ma può anche significare semplicemente "scomparso" in qualunque altra circostanza. Io toglierei l'introduzione perché fuorviante e magari sposterei la canzone negli extra.

Lorenzo - 20/5/2018 - 19:16



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org