Lingua   

La Garibaldi [o L’Osoppo] è nel bosco

anonimo




Ti può interessare anche...

Sei minuti all'alba
(Enzo Jannacci)
I catturati
(Frankie HI-NRG MC)


[1944-45]
Canzone della resistenza friulana, riscrittura in chiave ironica del testo della nota canzone di Claudio Villa “La strada nel bosco” (1939, parole di Claudio Villa, musica di C. A. Bixio, E. Ermenegildo, Nicola Salerno).
Testo trovato su “Patria Indipendente”, periodico dell’ANPI, sul numero speciale nel 70° dalla Liberazione, come tratto da un foglio dattiloscritto, a firma Z.O., datato 28/2/45, conservato presso l’Archivio Istituto Friulano per la Storia del Movimento di Liberazione.



Nel volume “Cantalo forte. La Resistenza raccontata nelle canzoni”, a cura di Giochino Lanotte, Stampa Alternativa, lo stesso testo è presentato con alcune variazioni (indicate tra parentesi in corsivo), prima fra tutte l’attribuzione alle “Brigate Osoppo-Friuli”, formazioni partigiane autonome di ispirazione laica, liberale, socialista e cattolica, che furono spesso in attrito, quando non in aperto conflitto (si pensi all’eccidio di Porzûs del febbraio 1945) con i partigiani garibaldini comunisti e le formazioni partigiane sloveno-jugoslave.

I partigian sui monti aspettan già
da tanti mesi il bello che giungerà,
or che le verdi foglie stan per venir,
i loro cuori scordan ogni patir…

Vieni, la “Garibaldi” [l’“Osoppo”] è nel bosco
la Brigata [le Brigate] conosco
vuoi conoscerla tu?
[e non siamo bessôi] (1)

Vieni, un fienile t’accoglie,
un bel letto di foglie,
ci son pure i pedoi… (2)

Quassù fra gli alberi
son ben piazzati i “bren”, (3)
mitraglie rapide
con l’aggiunta di “sten”… (4)

Vieni, lascia stare l’amata…
per la Patria adorata [fantata] (5)
fa qualcosa anche tu…!

Vieni, che di nazi-fascisti
noi farem repulisti,
e ci servi anche tu.

“Plui tost di stà in citàt
in chei bars a fa il gagà
no ese miòr basoàl,
che tu vegnis su ca”. (6)

Vieni, la “Garibaldi” [l’“Osoppo”] è nel bosco
la Brigata [le Brigate] conosco
vuoi conoscerla tu?
[e non siamo bessôi]

inviata da Bernart Bartleby - 2/10/2014 - 16:15


Note:

1 - bessôi: soli
2 - pedoi: pidocchi (fa rima e dà senso al precedente bessôi)
3 - Bren: storica mitragliatrice leggera di costruzione britannica
4 - Sten: storico mitra a canna corta, anch'esso di fabbricazione inglese
5 - fantata: fidanzata (la nota andava apposta in corrispondenza del verso precedente)
6 - "Piuttosto che stare in città in quei bar a fare lo scemo, non è meglio, imbecille, che tu venga quassù (a combattere)?!?" (tentativo di traduzione a senso).

Bernart Bartleby - 6/10/2014 - 09:50



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org