Lingua   

Cristo è là

Gasparazzo
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Eco nel vuoto
(Gasparazzo)
Versos de Ayotzinapa
(Carmina Cannavino)
Campazzo
(Gasparazzo)


2014
Mo' mo'
(Audioglobe, New Model Label)
Mo' mo'

Cristo è là è posta vicino alla chiusura: è un brano reggae dedicato a Federico Aldrovandi e il testo si basa sulle parole di Lino Aldrovandi in memoria del figlio assassinato.



23 dicembre 2013

Il giorno che venisti al mondo fu il più bello della mia vita e vorrei tanto tenerti ancora in braccio, perché non ci si può abituare all’orrore della morte, all’orrore dell’uccisione di un figlio. Ora dopo ben otto anni da quando 4 individui con una divisa addosso ti uccisero senza una ragione, non mi è rimasto altro che raccontare quanto meraviglioso voglia dire essere stato tuo papà, nella gioia, nell’amore e maledettamente nel dolore insopportabile di non poterti mai più avere accanto. Ma tanti altri padri, madri, sorelle, fratelli, figli e figlie di altre vittime potrebbero dire la stessa cosa, testimoni in prima persona di tempi, da troppo, mai così bui e pieni di ingiustizie e impunità.

I figli sono il nostro futuro. Aiutiamoli a crescere e non ad essere ammazzati. Aiutiamoli tutti insieme, istituzioni comprese, non solo a parole e a buffetti sulle spalle, ma anche e soprattutto con fatti concreti, ognuno nel suo ambito, senza attendere tempo. Lo dobbiamo a questi piccolini che un giorno dovranno incamminarsi nel difficile percorso della vita, ma a quel punto, all’inizio di quel percorso, in una società che spero sia migliore di questa, avranno una speranza, di non essere soli.

Buon Natale mio piccolo Federico e che il cielo, protegga altri figli.

Lino
Ammiro il cielo
in cerca di una stella
accarezzarla col pensiero con l'anima col cuore
per non sentirla piu sfuggire
andrò fino in fondo
con tanti figli nel cuore
che il mio è stato ucciso in malo modo
senza una ragione

Cristo è là, Cristo è là, Cristo è là, fermo là
Cristo è là, Cristo è là, Cristo è là, fermo là

Quella domenica Cristo saltò la funzione
con lacrime agli occhi
rimase a guardar quell'infame azione
sentì l'odio...
straziato dal dolore non poteva intervenire

Cristo è là, Cristo è là, Cristo è là, fermo là
Cristo è là, Cristo è là, Cristo è là, fermo là

Luglio all'alba un bimbo venne al mondo
ricordo che il mio cuore
quella mattina andò a mille
abbiamo toccato il cielo con un dito
il tuo disegno il respiro di un bambino
vicino che alla vita si affaccia
spalancando le sue braccia
ma i ricordi mi prendono per mano
nel faticoso cammino innaturale senza te
tante cose ancora ti vorrei dire ma
Federico ce l'hanno interrotto all'alba
Federico ce l'hanno interrotto all'alba

inviata da DoNQuijote82 - 4/6/2014 - 00:15



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org