Lingua   

Il muro del suono

Luciano Ligabue


Lingua: Italiano

Guarda il video

Loading...

Ti può interessare anche...

Il mio nome è mai più
(LigaJovaPelù)
Vivo morto o X
(Luciano Ligabue)
G come Giungla
(Luciano Ligabue)


[2013]
Parole e musica di Luciano Ligabue
Nell’album intitolato “Mondovisione”

Mondovisione

A me Ligabue musicalmente non è mai piaciuto (banale) e, da punto di vista dei contenuti, l’ho sempre trovato piuttosto omologato ed opportunista, persino contaddittorio. Forse anche in questa canzone, che apre il suo ultimo album: “Ma il muro del suono si deve rompere. Stiamo seppellendo la vita vera sotto quintali di chiacchiericcio e pensieri inutili, bisogna fare una breccia. Sento che la velocità a cui stiamo andando non è compatibile con i nostri bisogni umani”, dice il nostro rocker... ma allora, se stiamo andando troppo veloci, a rotta di collo (e finiremo col rompercelo), che bisogno c’è di invocare l’arrivo del solito leader, capopopolo, messia o chissà chi che rompa il muro del suono?

Boh?!? Comunque, al di là del refrain poco convincente, una canzone contro il Potere: “I pitbull mollati a sbranare per strada... i padroni che stanno fumando... chi doveva pagare non ha mai pagato per la carestia...”
Sotto gli occhi da sempre distratti del mondo
sotto i colpi di spugna di una democrazia
c'è chi visse sperando
e chi disperando
e c'è chi visse comunque morendo
c'è chi riesce a dormire
comunque sia andata
comunque sia

Sotto gli occhi annoiati e distratti del mondo
la pallottola è in canna in bella calligrafia
la giustizia che aspetti
è uguale per tutti
ma le sentenze sono un pelo in ritardo
avvocati che alzano il calice al cielo
sentendosi Dio

C'è qualcuno che può rompere il muro del suono
mentre tutto il mondo si commenta da solo
il cerino sfregato nel buio
fa più luce di quanto vediamo
c'è qualcuno che può rompere il muro del suono

Sotto gli occhi impegnati in ben altro del mondo
ogni storia è riscritta in economia
con i pitbull mollati a sbranare per strada
e coi padroni che stanno fumando
chi doveva pagare non ha mai pagato l'argenteria

C'è qualcuno che può rompere il muro del suono
mentre tutto il mondo si commenta da solo
il cerino sfregato nel buio
fa più luce di quanto vediamo
c'è qualcuno che può rompere il muro del suono
del suono
del suono

Sotto gli occhi comunque distratti del mondo
si rovesciano al centro e periferia
il vampiro non cambia
pistola alla tempia
non chiede scusa per tutto quel sangue
chi doveva pagare non ha mai pagato per la carestia
chi doveva pagare non ha mai pagato l'argenteria
chi doveva pagare non ha mai pagato

C'è qualcuno che può rompere il muro del suono
mentre tutto il mondo si commenta da solo
il cerino sfregato nel buio
fa più luce di quanto crediamo
c'è qualcuno che può rompere il muro del suono
del suono
del suono

inviata da Bernart Bartleby - 18/5/2014 - 10:21


Invece io sono cresciuto con la musica di Liga, anche se devo ammettere che dopo i primi dischi ha fatto un sacco di schiffezze. Ma pare che si sta riprendendo un poco. Su ritirnello son d'accordissimo :)

krzyś - 18/5/2014 - 19:10


Ma Liga fu sempre un po' "ermetico" : D

krzyś - 18/5/2014 - 19:11


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org