Lingua   

Correndo con le forbici in mano (Ode a Pippa Bacca)

Nadia Impalà
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Les corbeaux
(Gribouille)
Cresceremo anche noi
(Alessandro Sipolo)
William Moore
(Phil Ochs)


[2011]
Parole di Italo Zeus
Musica di Italo Zeus e Sergio Lipari



Leggendo dell’assassinio di William Moore nel 1963 in Alabama, mi è tornata alla mente Pippa Bacca (1974-2008).
Come il postino di New York, anche l’artista lombarda aveva deciso di camminare da sola, vestita da sposa, per promuovere la pace e la fiducia nel prossimo. Aveva gia attraversato Slovenia, Croazia, Bosnia e Bulgaria quando a Gebze, in Turchia, venne violentata e uccisa da un uomo – tal Murat Karatash, poi arrestato e condannato all’ergastolo - che le aveva offerto un passaggio…



Questa canzone interpretata dall’artista siciliana Nadia Impalà fu esclusa tra le polemiche dal Festival di Sanremo di quell’anno…

Dedicata a Pippa Bacca è anche la canzone Velo di sposa dei Radiodervish
Con le forbici in mano
Non mi ferma nessuno
Cambio tutte le cose del mondo
Faccio a pezzi le foto le ritaglio le incollo
Sono gli uomini che incontro per strada
Io vestita da sposa sono sola e decisa
Da quel ramo del lago di Como
Ai confini dell'ultimo stato

Gerusalemme
Che uccidi i tuoi profeti
Perché dovrei crederti
Perché dovrei arrendermi
Se Dio dice se Dio tace
Se David o Maometto o soltanto una croce
Purchè sia pace

È la stessa luna che mi illumina il volto
Qui in questo bosco
Tra le gambe perdo sangue
Come da ragazzina
Mi sorprendo alle stelle
All'amore, alla voglie
Mentre spengo la luce
Per sempre

Con le forbici in mano
Non mi ferma nessuno
Cambio forma alle foglie al vento
Parto in viaggio nel tempo con il velo e la moto
Dentro il bianco sprofondo per strada
Io vestita da sposa
Senza sposo preciso un qualunque sorriso
Ai confini dell'ultimo Stato

4/4/2014 - 13:50



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org