Lingua   

L’aqua

Canzoniere Popolare Veneto
Lingua: Italiano (Veneto)


Ti può interessare anche...

L'aria
(Canzoniere Popolare Veneto)
Ballata dell'ostruzionismo
(Alberto D'Amico)
Vedrai com'è bello
(Gualtiero Bertelli)


[1977]
Nel disco intitolato L'aria
Con Alberto D'Amico, Emanuela Magro, Luisa Ronchini e Michele Santoro.






Una canzone sull’alluvione del Polesine dell’autunno 1951 e sulla strage del Vajont dell’ottobre 1963…

Una canzone che, nella sua strofa finale, mi ha ricordato le domandine su Dio che si poneva il Maestro Atahualpa Yupanqui…
“… Saranno i peccati che si fanno, sarà che Dio è incazzato, ma con ‘sto Dio malato di cuore son sempre i poveri che crepano…”
Inverno del cinquantaùn
s'à roto l'arsene del Po
la piena i campi ga 'lagà
cristiani e bestie s'à negà

Aqua

I elicoteri xe rivà
e i vivi duri co' le man
dai copi le corde i ga vantà
e in cielo i se ga rampegà

Aqua

Dai elicoteri in stassion
i vivi dopo l'aluvion
i parte in Belgio e a Milan
ancora sporchi de pantan

Aqua

S'à perso le lagreme nel Po
contarle tute no' se pol
contar i tosi che xe restà
te basta i dei de 'na man

Aqua Aqua Aqua Aqua

Xe 'stà 'na note che 'l Signor
ga vudo un palpito de cuor
el monte Toc se ga spacà
el lago in cielo xe rivà

Aqua

L'onda la diga ga saltà
e Longarone ga ramassà
i gera in leto drio dormir
no' s'à salvà gnanca un cussin

Aqua

Entra la Corte in tribunal
i morti in pie' s'à alzà
la Corte se ga pronuncià:
«i xé morti per fatalità»

Aqua

... Sarà i pecati che se fà
... el Padre eterno sarà incassà
ma co' 'sto Dio malà de cuor
xé sempre i poveri che muor ...

Aqua Aqua Aqua Aqua

inviata da Bernart Bartleby - 9/1/2014 - 08:51



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org