Lingua   

A mezzanotte in punto

anonimo
Lingua: Italiano (Lombardo)


Ti può interessare anche...

Sèmm in vun sèmm in du
(anonimo)
W domach z betonu
(Martyna Jakubowicz)
E la vita dei mondine
(Coro delle Mondine di Opera)


Canzone diffusa in tutta l’Italia settentrionale sul tema del contrasto tra figlia e padre padrone.

414Z8F7A05L. SL500 AA300

Per esempio, nel volume con CD intitolato “Voix d’Italie” (1999), a cura di Ignazio Macchiarella, docente universitario in Etnomusicologia.




Faceva parte anche del repertorio di Paolina “Lina” Mazzola, classe 1923, di Pompiano, Brescia, ultima sopravvissuta del Coro delle Mondine di Opera, scomparsa nel 2011. (fonte: Coro Ingrato)
A mezzanotte in punto, la bella la si risveglia.
La bella la si risveglia col fazzoletto in man [Col fazzole’ bagna’]
e lesta, lesta, lesta la va in cerca del suo papà.

“Papà, mio car papà, mi hai fatto un grande [in]torto!
Papà, mio car papà, mi hai fatto un grande [in]torto.
Mi hai fatto un grande [in]torto, un grande [in]torto sì.
Farmi sposar quel vecchio che dorme la notte e il dì.
Mi hai fatto un grande [in]torto, un grande [in]torto sì.
Farmi sposar quel vecchio che dorme la [in]torto e il dì”

“Oh figlia, la mia figlia, bisogna portar pasiénza.
Oh figlia, la mia figlia, bisogna portar pasiénza.
Bisogna portar pasiénza che ‘l vecchio morirà
e tu sarai padrona di tutta l’eredità.
Bisogna portar pasiénza che ‘l vecchio morirà
e tu sarai padrona di tutta l’eredità”

“Papà, mio car papà, cos’è ne faccio di tanta roba?
Papà, mio car papà, cos’è ne faccio di tanta roba?
Cos’è ne faccio di tanta roba, di tanta eredità?
Son giovane e son bella e voglio la libertà.
Cos’è ne faccio di tanta roba, di tanta eredità?
Son giovane e son bella e voglio la libertà”

inviata da Bernart Bartleby - 31/12/2013 - 11:28


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org