Lingua   

30 giugno 2011

Dron2 a.k.a Letal Rhyme


Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

AldroVive
(Matteo Pedrini)
Per Giulio
(Irene Brigitte)
Canzone per Stefano
(Gian Luigi Ago)


[2013]
Parole e musica di Mario Mele, in arte Dron2 a.k.a Letal Rhyme, con la Hic Sunt Leones Crew (Dron2, Gosk Mc e Joksjoke)
Il video con cui questa canzone è stata diffusa è stato realizzato da Domenica Ferrulli, figlia di Michele Ferrulli, da suo marito Francesco Calamia e da Leonardo Mele (Gosk Mc)

Michele Ferrulli (a sinistra) durante una manifestazione per la casa e contro gli sfratti.
Michele Ferrulli (a sinistra) durante una manifestazione per la casa e contro gli sfratti.


Un rap molto duro, come duro, durissimo deve essere stato per la famiglia Ferrulli trovarsi improvvisamente, una sera di giugno di due anni fa, senza Michele, colto da infarto in seguito alle botte feroci infertegli per strada a Milano da quattro poliziotti, assassinato - si veda la penultima strofa - come Federico Aldrovandi, come Stefano Cucchi, come Giuseppe Uva, come tante altre persone sotto custodia di “tutori dell’ordine” che dovrebbero “proteggere & servire” e invece ammazzano...

In morte di Michele Ferrulli
30 giugno 2011, una data su cui tutti avete avuto da parlare...
Ma l’unica voce che oggi voglio ascoltare qui è quella del sangue in via Varsavia...


Questa è l'ennesima storia di un'altra vita spezzata da una pantera saziata con carne insanguinata
un altro martire picchiato, manganellato, massacrato... è l'ennesima morte di Stato

30 giugno 2011 la sera era calata su Milano, ore 22 Via Varsavia
un lavoratore di 51 anni camminava piano ma non sarebbe più tornato a casa

Lungo la strada si fermò a parlare e a bere una birra con 2 tizi nell'ombra funebre di quei palazzi
Ed uno stronzo frustrato dei residenti alle 21:30 chiama gli sbirri per schiamazzi

Arriva la volante, scendono gli agenti, forse un normale controllo dei documenti
Ma l'abuso di potere trova sempre il suo pretesto e senza nemmeno accertarsi li dichiarano tutti in arresto

Esattamente in quel frangente, da cittadino corretto, l'operaio va a buttare la bottiglia
Ma non sapeva quel che stava succedendo, quella notte a Milano l'aria puzzava di guerriglia

Il primo schiaffo poi calci fino a sfinirlo l'operaio collassa per terra
Gli mettono le manette poi ne arrivano altri 2, 4 contro 1, manganelli, grida, sangue, mazzate a caterva

Lui chiedeva aiuto, Cristo voltò le spalle, ma un cellulare immortalò tutta la scena
Lo sbirro infame percuoteva ma non si rendeva conto che l'uomo era svenuto e non si muoveva

Tu dimmi chi gli ridarà la vita?
Un innocente ucciso dalla divisa
Magari torni da lavoro e muori
Figlio non parlare con gli sbirri che ti fanno fuori

Michele Ferrulli era per terra inerte deceduto sotto i colpi di quei 4 bastardi
Squilli di sirena d'ambulanza echeggiarono nel caos muto della notte ma era già troppo tardi

Tragica chiamata per l'epilogo forzato di una vita e a Milano la notte si fece più nera
Arrivò la figlia dell'uomo vide una folla inferocita che chiedeva la testa della pantera

Lei chiese spiegazioni agli agenti ma fu silenzio - silenzio! - solo sangue sulla strada
Solenne la promessa che la verità sarebbe emersa e quegli infami non l'avrebbero scampata

Di quella gratuita esplosione di violenza rimase solo un filmato girato da ignoto cellulare
Ma il primo avvocato era un incompetente e restò a guardare Stato e sbirri accingersi ad insabbiare

Bloccarono le indagini per 4 mesi dicendo che il video era falsato e come prova non valeva
Provate a immaginare un po' quanto tremava la pantera quando uscì a volto scoperto chi sapeva

Una zingara che per caso quella maledetta notte immortalò quell'omicidio immotivato
Inequivocabili le immagini, e il cambio d'avvocato fu l'ennesima spinta a rompere gli argini

Dell'indifferenza della pubblica opinione che domenica in televisione ruggiva come un leone
Lei è una donna forte, una che se ne fotte, delle intimidazioni e minacce di morte

Intanto la questura di Milano paga a quei 4 assassini con una colletta le spese processuali
Poi vienimi a spiegare che gli sbirri non sono tutti violenti, né tutti infami, né tutti uguali

Tu dimmi chi gli ridarà la vita?
Un innocente ucciso dalla divisa
Magari torni da lavoro e muori
Figlio non parlare con gli sbirri che ti fanno fuori

Sentenze matematiche, il medio degli sbirri ai cari delle vittime, difesi da facce ieratiche
Per il dolore di una moglie nemmeno il rispetto e le ridevano anche in faccia al processo

Troppi innocenti uniti da un destino infame, umiliati, annullati tra le mura di una questura
Vite spezzate nel modo più grame e sarebbe anche l'ora di introdurre il reato di tortura

Per gli assassini di Aldrovandi 3 anni e 6 mesi, addirittura assolti quelli del processo Cucchi
Ed un processo Uva mai partito che la mala polizia alla fine usa sempre gli stessi trucchi

Sta Italia di merda è da ridere, qua se uno sbirro ti fa fuori, fra’, c'hai torto a prescindere
E prima di difendere ogni sbirro codardo e coniglio, pensa: e se succedesse a tuo figlio?

Tu dimmi chi gli ridarà la vita?
Un innocente ucciso dalla divisa
Magari torni da lavoro e muori
Figlio non parlare con gli sbirri che ti fanno fuori

inviata da Bernart - 13/11/2013 - 21:48


Ho ascoltato per la prima volta la canzone della rivista Internazionale e mi sono commossa a tal punto che l'ho risen. tita e cantata con l'autore più volte fino ad ora.

Ortensiola - 13/9/2014 - 06:24



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org