Lingua   

Oesterheld

Rocco Rosignoli
Lingua: Italiano



Vorrei parlare della tua storia,
ma non so se lo posso fare:
ci sono trappole e luoghi comuni
difficili da evitare.

Hai preso la parte migliore dell'uomo,
mostri i miracoli che lui fa
mentre affronta chi non mostra la faccia
e vuole togliergli la libertà,

che è una parola di poco conto,
usata troppo da chicchessia,
chiunque se ne riempie la bocca,
che parli di comunismo o di economia.

È una parola contenitore,
e quando è vuota non vuol dir niente.
Ma quello che tu racconti
sono i miracoli della mente.

E se oggi nevica a Buenos Aires
nessuno scorda la storia tua,
perché resistere è più che un obbligo,
prerogativa della natura.

La storia eterna non si interrompe
se chi la scrive viene a mancare,
le tue scintille nella penombra
nessun orrore può soffocare.

E mentre ancora manchi all'appello
con trentamila dopo la bufera
su Buenos Aires cade la neve:
da novant'anni non si vedeva.


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org