Lingua   

Zé da Silva é um homem livre

Augusto Boal


Lingua: Portoghese


Ti può interessare anche...

Meu caro amigo
(Chico Buarque de Hollanda)
Mulheres de Atenas
(Chico Buarque de Hollanda)


‎[1962?]‎
Parole di Augusto Boal (1931-2009), drammaturgo brasiliano, fondatore del “Teatro ‎dell’Oppresso”.‎
Musica di Geni Marcondes (1916-2011), compositrice e direttrice d’orchestra brasiliana.‎

Originariamente nel disco autoprodotto “O Povo canta” realizzato dal ‎‎Centro Popular de Cultura, un collettivo nato nel ‎‎1961 all’interno dell’União Nacional de Estudantes (UNE) di Rio de Janeiro.‎

O Povo canta

In poco più di due anni di attività il CPC produsse documentari, libri, spettacoli teatrali ed il disco ‎da cui è tratta questa canzone.
Poi, insieme all’intero paese, fu travolto dalla dittatura militare.‎

Augusto Boal
Augusto Boal




Sulla figura dell’autore, si veda l’introduzione a Meu caro amigo e anche Mulheres de Atenas, entrambe di Chico ‎Buarque de Hollanda.‎
Passo a vida trabalhando
Dando duro no batente
A comer de vez em quando
Isso é vida minha gente‎
Se ser livre é passar fome
Não basta ser livre, não

Zé da Silva é um homem livre
O que, o que, o que‎
Zé da Silva é um homem livre‎
O que êle vai fazer?‎

Pro patrão pedi aumento
Só levei um pontapé
Sem comida e sem vintém
E agora, sêo José?‎
Se ser livre è passar tome
Não basta ser livre, não

Zé da Silva é um homem livre
O que, o que, o que‎
Zé da Silva é um homem livre‎
O que êle vai fazer?‎

No xadrez não me quiseram
Posse fome lá pra fora
se estou livre, estou faminto
Com a barriga dando hora.‎
Sem comida a liberdade
É mentira. não é verdade

Zé da Silva é um homem livre
O que, o que, o que‎
Zé da Silva é um homem livre‎
O que êle vai fazer?‎

O que?‎
Livre é livre, é livre.‎
Livre, livre, livre
É livre é livre, é livre
Livre, livre, livre
É livre!‎
Aqui! Que eu sou livre.‎

inviata da Bernart - 10/5/2013 - 13:57



Lingua: Italiano

Traduzione italiana di Meri Lao da “Basta: ‎storia rivoluzionaria dell'America Latina ‎attraverso la canzone”.‎
ZÉ DA SILVA È UN UOMO LIBERO

Passo la vita a lavorare, ‎
sgobbando sodo tutto il giorno. ‎
Mangio, ogni tanto. ‎
Questa è vita, gente mia?‎
Se essere libero è soffrire la fame ‎
non basta essere libero, no. ‎

Zé da Silva è un uomo libero
Che cosa, che cosa, che cosa?‎
Zé da Silva è un uomo libero
che cosa ci vuoi fare?!?‎

Ho chiesto un aumento al padrone: ‎
ho solo avuto un calcio‎
Senza cibo e senza un soldo
E adesso, signor Zé?‎
Se essere libero è soffrire la fame ‎
non basta essere libero, no

Zé da Silva è un uomo libero
Che cosa, che cosa, che cosa?‎
Zé da Silva è un uomo libero
che cosa ci vuoi fare?!?‎

A prendere il sole a scacchi non mi hanno ‎voluto: ‎
fuori, soffro la fame. ‎
Se sono libero, sono affamato ‎
con la pancia che batte le ore. ‎
Senza cibo la libertà ‎
è menzogna, non è vero?‎

Zé da Silva è un uomo libero
Che cosa, che cosa, che cosa?‎
Zé da Silva è un uomo libero
che cosa ci vuoi fare?!?‎

Che cosa?‎
Libero, è libero, è libero!‎
Libero, è libero, è libero!‎
Libero, è libero, è libero!‎
È libero!‎
Col cazzo che sono libero!‎

inviata da Bernart - 13/5/2013 - 11:22



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org