Lingua   

Roll on John

Bob Dylan


Lingua: Inglese


Ti può interessare anche...

Farewell Angelina
(Bob Dylan)
If I Knew
(Joan Baez)
Highway 61 Revisited
(Bob Dylan)


‎[2012]‎
Album “Tempest”‎

Dylan Tempest

Una canzone da brividi che chiude l’ultimo, bel disco di Dylan.‎

Non una Canzone Contro la Guerra ma una canzone dedicata ad un uomo che nella sua intensa vita, ‎troppo breve, molto fece contro la guerra e per la pace, forse più di chiunque altro (più dello stesso ‎Dylan), un artista che arrivò ad immaginare un mondo di pace e fratellanza universali, senza ‎Paradiso e senza Inferno, senza le cause e/o i pretesti che fomentano la violenza, l’odio e le guerre: ‎il potere, le religioni, la proprietà.‎
Quell’uomo si chiamava John Lennon e la sua vita arse splendidamente fino all’8 dicembre ‎‎1980, quando un pazzo invasato, un fanatico cristiano, gliela tolse a colpi di pistola.‎



La sua musica e la sua anima ardono ancora vivamente: roll on, John!‎
Doctor, doctor tell me the time of day
Another bottle’s empty
Another penny spent
He turned around and he slowly walked away
They shot him in the back and down he went
Shine your light, move it on
You burned so bright,
Roll on John

From the Liverpool docks to the red-light Hamburg streets
Down in the quarry with the Quarrymen
Playing to the big crowds
Playing to the cheap seats
Another day in the life
On your way to the journey’s end
Shine your light, move it on
You burned so bright,
Roll on John

Sailing through the trade-winds
Bound for the south
Rags on your back just like any another slave
They tied your hands
And they clamped your mouth
Wasn’t no way out of that deep dark cave
Shine your light, move it on
You burned so bright,
Roll on John

I heard the news today, oh boy
They hauled your ship up on the shore
Now the city’s gone dark. There is no more joy
They tore the heart right out and cut it through the core
Shine your light, move it on
You burned so bright,
Roll on John

Put on your bags and get ’em packed
Leave right now you won’t be far from home
The sooner you go
The quicker you’ll be back
You been cooped up on that island far too long
Shine your light, move it on
You burned so bright,
Roll on John

Slow down, you’re moving way too fast
Come together right now over me
Your bones are weary you’re about to breath your last
Lord, you know how hard that it can be
Shine your light, move it on
You burned so bright,
Roll on John

Roll on John
Roll through the rain and snow
Take the right-hand road and go where the buffalos go
They’ll trap you in an ambush before you know
Too late now to say I might fall
Shine your light, move it on
You burned so bright,
Roll on John

Tyger, tyger burning bright
I pray the Lord my soul to keep
In that forest of the night
cover him over and let him sleep
Shine your light, move it on
You burned so bright,
Roll on John

inviata da Dead End - 23/10/2012 - 10:26



Lingua: Italiano

Traduzione italiana di Dean & Mirella Spencer da ‎‎Maggie’s Farm (con alcuni ‎limitati interventi di Dead End)‎
CONTINUA COSÌ JOHN

Dottore, dottore mi dica l'ora del giorno
Un'altra bottiglia è vuota
Un altro centesimo è speso
Lui si voltò ese ne andò lentamente
Gli hanno sparato nella schiena ed è andato giù
Fai splendere la tua luce, vai avanti
Bruciavi così intensamente,
Continua così John

Dalle banchine di Liverpool alle strade a luci rosse di Amburgo
Giù nella cava con i Quarrymen
Suonando per le grandi folle
Suonando in posti a buon mercato
Un altro giorno nella vita
Verso la fine del tuo viaggio
Fai splendere la tua luce, vai avanti
Bruciavi così intensamente,
Continua così John

Navigando attraverso gli alisei
Diretto a sud
Cenci addosso proprio come ogni altro schiavo
Ti hanno legato le mani
E ti hanno chiuso la bocca
Non c’era via d'uscita da quella caverna profonda e oscura
Fai splendere la tua luce, vai avanti
Bruciavi così intensamente,
Continua così, John

Ho sentito le notizie di oggi, oh ragazzo
Hanno tirato la tua nave a riva
Ora la città sta morendo, non c'è più gioia
Hanno strappato il cuore e l’han tagliato fin nel profondo
Fai splendere la tua luce, vai avanti
Bruciavi così intensamente,
Continua così, John

Tira fuori le valigie e riempile
Parti adesso non sei abituato a stare lontano da casa
Prima andrai
Prima tornerai
Sei stato rinchiuso su quell'isola troppo a lungo
Fai splendere la tua luce, vai avanti
Bruciavi così intensamente,
Continua così, John

Rallenta, ti stai muovendo troppo velocemente,
andiamo assieme, proprio ora, con me
hai le ossa stanche, sei sul punto di spirare,
Signore, tu sai quanto difficile possa essere.
Fai splendere la tua luce, vai avanti
Bruciavi così intensamente,
Continua così John

Non ti fermare, John, continua attraverso la pioggia e la neve,
prendi la strada a destra e vai dove vanno i bisonti.
Ti intrappoleranno in un agguato prima che tu te ne renda conto,
troppo tardi ormai per dire potrei cadere
Fai splendere la tua luce, vai avanti
Bruciavi così intensamente,
Continua così John

Tigre, tigre, splendore ardente
Prego il Signore di conservare la mia anima
In quella foresta della notte
Proteggila e lasciala dormire
Fai splendere la tua luce, vai avanti
Bruciavi così intensamente,
Continua così John

inviata da Dead End - 23/10/2012 - 10:27


Non so voi cosa ne pensate, ma io trovo che questa canzone sia bellissima...

Dead End - 23/10/2012 - 21:25


Si parla di questa "Roll On John" come di una tardiva elegia funebre di Dylan a Lennon, e sicuramente è così. Lasciamo stare gli altri Beatles, ma a rendere omaggio a Lennon ci hanno pensato ben prima di Dylan un mucchio di altri artisti, da Elton John ai Queen, da David Bowie ai Pink Floyd....

Beh, detto che ognuno può onorare la memoria di un amico, o di una persona che è stata importante nella propria vita, un po' quando cazzo gli pare, però credo - anche se posso sbagliarmi - che non sia proprio un caso.

50 anni fa esatti, nel 1962, i Beatles iniziarono la loro magnifica avventura con il primo singolo, "Love Me Do"...
50 anni fa esatti, nel 1962, Robert Allen Zimmerman nacque come Bob Dylan e nel mese di marzo, nel corso di uno show radiofonico a New York, cantò un brano tradizionale intitolato "Roll On John", uno straziante blues di amore non corrisposto...

Coincidenze? Può darsi, però mezzo secolo è passato dagli esordi di questi due giganti e forse allora era proprio il momento giusto per rincontrarsi ed abbracciarsi ancora una volta... E non poteva farlo che Dylan.

Dead End - 23/10/2012 - 22:12


Il primo verso dell'ultima strofa è "Tyger, tyger burning bright", citazione dalla poesia di William Blake "The Tyger" del 1794.
Il significato comunque non cambia: "tyger" è un arcaismo o un esotismo per "tiger".

Dead End - 23/10/2012 - 22:16


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org