Lingua   

Down on Penny's Farm

Pete Seeger
Lingua: Inglese


Ti può interessare anche...

Attenti, giovinotti!
(anonimo)
Our Generation
(Pete Seeger)
Sacco's Letter To His Son
(Pete Seeger)


‎[1929]‎

Una canzone di autore anonimo registrata per la prima volta nel 1929 a Johnson City, Tennessee, ‎dai Bently Boys, una formazione di cui nulla si sa eccetto che forse erano del North Carolina.‎
Il brano, dopo essere stato inserito nella seminale raccolta ‎‎“Anthology of American Folk ‎Music” edita nel 1952 dalla Folkways e curata dall’eccentrico etnomusicologo e regista ‎sperimentale Harry Smith, venne più volte ‎interpretata da Pete Seeger (con il titolo abbreviato di “Penny's Farm”) e fu anche fonte di ‎ispirazione per Bob Dylan per le sue "Hard Times in New York Town" e, soprattutto, Maggie’s Farm.‎
Trattandosi di un brano tradizionale, ne esistono ovviamente molte versioni variamente intitolate: ‎‎"Hard Times" "Down on Roberts' Farm" "Tanner's Farm" e altri.‎

Anthology of American Folk Music

Come Poor Old Dirt Farmer – e ancora più di quella – si tratta di una canzone di protesta ‎contro lo “sharecropping”, la nostra “mezzadria”, un sistema semi-schiavistico (perché di fatto ‎aveva rimpiazzato quello antecedente alla Guerra di Secessione) che solo in apparenza consentiva al ‎contadino una certa autonomia, in realtà lo condannava a divenire in breve schiavo del grande ‎proprietario e, nei momenti di crisi, a finire con l’essere divorato dagli usurai, ossia dalle banche.‎



Il sistema era raffinatamente diabolico: il mezzadro viveva sulla terra che lavorava, assegnata o ‎affittata che fosse. Il proprietario, in cambio di una certa quantità di raccolto stabilita alla semina, ‎gli forniva strumenti, sementi e tutto ciò che il contadino non poteva produrre con le proprie mani. ‎
Solitamente il proprietario era anche il padrone degli spacci dove il contadino poteva acquistare ciò ‎di cui aveva bisogno a credito oppure attraverso coupon emessi dal padrone stesso e validi solo nei ‎confini del suo latifondo. Come s’intuisce, due mezzadri su tre finivano ben presto indebitati e con ‎il lavorare a gratis negli anni a venire. E questo non era nemmeno il peggio che poteva capitare: se ‎il raccolto andava male, se si succedevano anni siccitosi, se il contadino subiva un incidente, il ‎padrone si prendeva tutto e gettava sulla strada il mezzadro e la sua famiglia, sostituendolo subito ‎con altri. E laddove il contadino era faticosamente riuscito a comprarsi un pezzo di terra, al ‎latifondista si sostituiva la banca che teneva il lavoratore piccolo proprietario sotto lo scacco dei ‎prestiti, dei debiti e delle ipoteche. ‎

Un sistema feudale che nell’America rurale annientò centinaia di migliaia di contadini neri e ‎bianchi anche ben oltre il New Deal rooseveltiano… insomma, una delle tante carneficine ‎perpetrate nella guerra dei centomila anni che i ricchi hanno fatto, stanno facendo e sempre faranno ai poveri.
Come you ladies and you gentlemen and listen to my song.
I'll sing it to you right, but you might think it's wrong.
It may make you mad, but I mean no harm.
It's all about the renters on Penny's farm.

Hard times in the country, down on Penny's farm.

Well, you move on out to Penny's farm,
Plant a little crop o' 'bacco and little crop o' corn.
He'll come around and he'll plan and plot,
Till he gets himself a mortgage on everything you got.‎

Hard times in the country, down on Penny's farm.

You go to the fields and you work all day,
Till way after dark, but you get no pay.
Promise you meat or a little lard.
It's hard to be a renter on Penny's farm.

Hard times in the country, down on Penny's farm.

Well, here's George Penny coming into town,
With a wagon-load of peaches, not one of 'em sound.
He's got to have his money or somebody's check.
You pay him for a bushel and you don't get a peck.‎

Hard times in the country, down on Penny's farm.

Then George Penny's renters, they come into town,
With their hands in their pockets, and their heads hanging down,
Go in the store and the merchant will say,
‎"Your mortgage is due and I'm looking for my pay."

Hard times in the country, down on Penny's farm.

Goes down in his pocket with a trembling hand --
‎"Can't pay you all, but I'll pay you what I can."
Then to the telephone the merchant makes a call,
‎"They'll put you on the chain gang if you don't pay it all."‎

Hard times in the country, down on Penny's farm.

inviata da Bartleby - 8/5/2012 - 11:02


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org