Lingua   

Cinque tedeschi ad Albinea

Luca Serio Bertolini, Massimo Ghiacci


Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Modena
(Dudu e i Semi del Male)
Introduzione
(Modena City Ramblers)
La Ballade des Déserteurs
(Corrigan Fest)


(L. S. Bertolini/ M. Ghiacci)
Luca Serio Bertolini: voce, chitarra elettrica, distorsioni Massimo Ice Ghiacci: voce, chitarra elettrica, basso, elettronica

Tutti i brani di Battaglione Alleato (2012):

tratto dal libro "II bracciale di sterline . Cento bastardi senza gloria. Una storia di guerra e di passioni" di Matteo Incerti e Valentina Ruozi

Battaglione Alleato MCR
CD1
1. Introduzione (Modena City Ramblers e Bruno Cappagli)
2. Avevamo vent'anni (Canto del volontario della libertà) (Modena City Ramblers)
3. Al Pivarol C'al Vin Dal Ciel (The Brave Scottish Piper) (Modena City Ramblers)
4. C'era (Rossopiceno)
5. Bastardi e pezzenti (Nuju)
6. This Time (Lion D)
7. Molto stanco (Luca Serio & the Yonders)
8. Modena (Dudu & i semi del male)
9. Ofelia Neri staffetta partigiana (Logici Zen)
10.Libertà e Foresta (Elizabeth)
11.Non era un animale (Luca Giovanardi)
12.Gino (Mutina Golem)
13.Notturno prima della battaglia (Leo Sgavetti)

CD2
1. Partigiano Hans (Popinga)
2. Tombola (Jason McNiff)
3. 27 marzo (set) (Ned Ludd)
4. Gordon, Glauco (Modena City Ramblers)
5. 22 ore (Ned Ludd)
6. L'amore altrove (Massimo Ice Ghiacci)
7. Gufo nero (Modena City Ramblers)
8. Noris, Imelde (Morandi, Ghiacci, Pinna)
9. Cinque tedeschi ad Albinea (Bertolini, Ghiacci)
10.La libertà è disobbedienza (Elizabeth e Modena City Ramblers)
11.Nozze partigiane (Fryda)
12.Testamento partigiano (Milo Brugnara)
13.Avevamo vent'anni (Canto del volontario della libertà) (al fuoco di bivacco)
(Modena City Ramblers)



Da un articolo de 'il Manifesto' del 18 novembre 2001, a firma Guido Ambrosino:

"Nel 1944 il marconista Hans Schmidt arrivò a Villa Calvi di Albinea con una compagnia, di trasmissioni della Luftwaffe, l'aviazione militare tedesca. Cercò un contatto con i partigiani ed ebbe fortuna: in un casolare vicino abitava una ragazza che faceva da staffetta. Si incontrò cinque volte con partigiani della 37a brigata Gap, passandogli armi e munizioni.

Il suo piano era quello di consegnare alla Resistenza il centro di trasmissioni, con le armi, le radio e tutto il prezioso materiale. Lui, e altri soldati d'accordo con lui, sarebbero diventati il nucleo iniziale di una formazione che avrebbe raccolto altri disertori tedeschi. I partigiani lo scongiurarono di lasciar perdere un obbiettivo così ambizioso e di salire in montagna. Ma Hans Schmidt non volle rinunciare a infliggere un danno serio alla struttura logistica tedesca. Il suo piano prevedeva anche la consegna di due ufficiali ai partigiani, da sottoporre a un processo per i crimini di guerra di
cui lui era stato testimone: avevano ordinato bombardamenti della Luftwaffe sui paesi dell'Appennino, uccidendo civili. Ma uno dei "congiurati" spifferò tutto. Il 26 agosto, il centro trasmissioni viene circondato da un distaccamento di Waffen-Ss. Il maresciallo Hans Schmidt rinchiuso in una stanza, ha con sé una bomba a mano ed è deciso a vendere cara la pelle.

Ma quando lo chiamano per interrogarlo qualcuno si accorge che è armato e lo fredda alle spalle con una revolverata. Il maresciallo Erwin Bucher cerca di fuggire, ma cade in cortile raggiunto da una pallottola. Tre caporali, Erwin Schlunder, Karl-Heinz Schreyer e Martin Koch, vengono sottoposti al giudizio di una corte marziale e fucilati il 27 agosto. Il centro trasmissioni viene spostato altrove, l'intera compagnia dissolta perché politicamente inaffidabile. Schmidt, con i suoi 29 anni, è il più anziano: lascia la moglie e una figlia di due anni. Bucher ha 26 anni, Schlunder 23, Schreyer e Koch 21.

Vengono sepolti nel piccolo cimitero d'Albinea... Tradimento? La seconda guerra mordiale non fu una guerra tra nazioni, ma una guerra, tra fascismo e antifascismo che tagliò a metà i popoli, anche in Germania. I cinque tedeschi non hanno cambiato fronte: sono rimasti dalla parte giusta anche con l'uniforme sbagliata.
Cinque tedeschi ad Albinea
Cinque luci nel buio
Cinque lacrime di rabbia
Cinque braci accese, nella tana del lupo
Cinque tedeschi ad Albinea...

Cinque strappi alla bandiera
Cinque nomi perduti nella nebbia
Cinque storie dalla parte sbagliata
Cinque scelte per restare uomini
Cinque tedeschi ad Albinea...

inviata da DonQuijote82 - 28/3/2012 - 11:36


Resta da capire (o da sapere) se -ad oggi- i cinque tedeschi sono considerati, dallo stato tedesco, traditori o eroi.
E come sono state trattate le loro famiglie.
Personalmente non ho molti dubbi.

gianfranco - 8/11/2014 - 21:06



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org