Lingua   

(What Did I Do to Be So) Black and Blue‎

Louis Armstrong


Lingua: Inglese

Scarica / ascolta

Loading...

Guarda il video

Loading...

Ti può interessare anche...

Not In Our Name
(Charlie Haden)
Four Women
(Nina Simone)
Circus '68, '69
(Charlie Haden)


‎[1929]‎
Parole di Harry Brooks ed Andy Razaf, liricista di origini malgasce.‎
Musica del grande pianista, compositore, cantante ed entertainer ‎‎Fats Waller (1904-1943)‎
Originariamente scritta per la rivista di Broadway “Hot Chocolates”.‎
Nell’album “Satch Plays Fats” del 1955‎
Il brano compare anche nell’album di Armstrong “Struttin'” con la Edmond Hall's All Stars, ‎pubblicato nel 1996.‎

Satch Plays Fats

Thomas "Fats" Waller scrisse la musica di questo brano per il musical “Hot Chocolates”, ‎interamente interpretato da afroamericani. Nel contesto della rivista la canzone era il lamento di una ‎donna dalla pelle molto scura per essere stata abbandonata dal suo uomo che ne aveva preferita ‎un’altra dalla pelle più chiara. Nelle mani di Louis Armstrong il brano si trasformò in un inno di ‎denuncia e di protesta contro la discriminazione razziale, tanto da essere citato dallo scrittore ‎afroamericano Ralph Ellison all’inizio del suo “Invisible Man”, un racconto del 1953 (che gli valse ‎il National Book Award) che affronta il tema della ricerca da parte dell'uomo della propria identità e ‎del suo posto nella società visto dalla prospettiva di un afroamericano senza nome nella New York ‎degli anni quaranta. (da Jazz.com)‎

Ovviamente questo brano non fu molto amato negli anni 60 e 70, quelli dell’orgoglio nero, ma ‎prima di tutto va rimarcato che fu scritto alla fine degli anni 20 e che passaggi come “I'm white ‎inside but that don't help my case” e “My only sin is in my skin” non necessariamente vanno ‎interpretati in senso letterale, piuttosto invece come “Sono come tutti voi bianchi, ma voi avete fatto ‎della mia pelle la mia condanna”, una denuncia molto chiara anche se non diretta, visti i tempi…
Cold empty bed, springs hard as lead
Feel like old men, wished I was dead
What did I do to be so black and blue?

Even the mouse ran from my house
They laugh at you and scorn you too
What did I do to be so black and blue?

I'm white inside but that don't help my case
‎'cause I can't hide what is in my face

How would it end, ain't got a friend
My only sin is in my skin
What did I do to be so black and blue?

How would it end, ain't got a friend
My only sin is in my skin
What did I do to be so black and blue?‎

inviata da Bartleby - 20/3/2012 - 09:35




Lingua: Inglese

Il testo originario del 1929.‎
‎(WHAT DID I DO TO BE SO) BLACK AND BLUE‎

Out in the street, shufflin' feet,
Couples passin' two by two,
While here am I, left high and dry,
Black, and 'cause I'm black I'm blue.
Browns and yellers, all have fellers,
Gentlemen prefer them light,
Wish I could fade, can't make the grade,
Nothing but dark days in sight:‎

Cold, empty bed, Springs hard as lead,
Pains in my head, Feel like old Ned.
What did I do, to be so Black And Blue?
No joys for me, No company,
Even the mouse ran from my house,
All my life through, I've been so Black And Blue.‎

I'm white inside, It don't help my case
‎'Cause I can't hide, what is on my face, oh!
I'm so forlorn, Life's just a thorn,
My heart is torn, Why was I born?
What did I do, to be so Black And Blue?‎

‎'Cause you're black, Folks think you lack
They laugh at you, And scorn you too,
What did I do, to be so Black And Blue?
When you are near, they laugh and sneer,
Set you aside and you're denied,
What did I do, to be so Black And Blue?‎

How sad I am, each day I feel worse,
My mark of Ham seems to be a curse!
How will it end? Ain't got a friend,
My only sin Is my skin.
What did I do, to be so Black And Blue?‎

inviata da Bartleby - 20/3/2012 - 09:35




Lingua: Italiano

Versione italiana di Barbara Di Giorgio
CHE COSA HO FATTO PER ESSERE COSI' NERO E TRISTE?

Fuori per la strada, trascinando i piedi,
le coppie passeggiano due a due,
mentre io sono qui, abbandonato,
nero e poiché sono nero, sono triste
scuri e urlatori, tutti hanno degli amici,
I galantuomini li preferiscono chiari
Vorrei poter svanire, non riesco ad essere soddisfatto,
nient’altro che giorni bui all’orizzonte.

Il freddo, un letto vuoto, molle dure come il piombo
Dolori alla testa, mi sento come il vecchio Ned.
Che cosa ho fatto per essere così nero e triste?
Non ci sono gioie per me, nessuna compagnia,
persino un topo scappa da casa mia,
per tutta la mia vita sono stato così nero e triste.

Sono bianco dentro, ma ciò non mi aiuta,
perché non posso nascondere ciò che c’è sul mio viso, oh!
Sono così disperato. La vita è solo un’afflizione.
Il mio cuore è a pezzi. Perché sono nato?
Che cosa ho fatto per essere così nero e triste?

Perché sei nero la gente pensa che tu difetti di qualcosa
Ridono di te e ti disprezzano pure
Che cosa ho fatto per essere così nero e triste?
Quando tu sei vicino, loro ridono e sogghignano.
Ti mettono da una parte e vieni come negato.
Che cosa ho fatto per essere così nero e triste?

Quanto sono triste ed ogni giorno mi sento peggio.
Il marchio di Ham sembra essere una maledizione
Come finirà? Non c’è un amico.
Il mio solo peccato è la mia pelle.
Che cosa ho fatto per essere così nero e triste?

inviata da Barbara Di Giorgio - 14/1/2013 - 01:19


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org