Lingua   

L'Uno

Ivan Della Mea
Lingua: Italiano



Un tipo detto l'Uno venne quando
Di questi giorni -quando- queste ore
Aveva tutti gli anni e sorrideva
E chi lo vide disse "è un bel signore"

Pareva che cercasse e non cercava
Pareva che guardasse e non vedeva
Pareva che piangesse e non piangeva
Era soltanto l'Uno e sospirava

L'uomo ha distrutto il segno mio la voce
E sul Calvario orfana è la croce
Già il mondo muore senza la parola
La pace è un cormorano che non vola

E' vero, disse una Maddalena
Di mio verrei con questo amore cane
Anch'io, disse un ago nella vena
E l'Uno disse: vostro sia il mio pane

C'è posto, chiese il vecchio abbandonato
C'è tempo, chiese, per l'andare stento
Cammina come sai, rispose l'Uno
Sorrise e disse piano dolce lento

L'uomo ha distrutto il segno mio la voce
E sul Calvario orfana è la croce
Già il mondo muore senza la parola
La pace è un cormorano che non vola

E madre pena che è periferia
Della città del mondo prese il cuore
E l'Uno disse, andiamo amica mia
E' tempo dell'ulivo e dell'amore

E grande fu il corteo e la sua via
E il bimbo sorrideva all'orizzonte
Qualcuno disse: forse è l'Utopia
E' l'Uno che ritorna al proprio monte

Così rivisse un segno e una voce
E sul Calvario ritornò una croce
E l'uomo fece sua la parola
La pace è un cormorano che oggi vola.


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org