Lingua   

America

Giovanni Nachira
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Guerra
(Giovanni Nachira)


Autrice a fautrice di civiltà reali su cui fondare radici di convivenza comune e con-dividere beni e ricchezze, l'America si perde negli ideali fantomatici di un connubio impossibile tra politiche sociali ed economiche "diverse", al punto da suscitare scalpori mondiali e conflitti di interesse che la gente comune non capisce, non intuisce, non condivide.
L'america, però, resta l'insostituibile continente il cui potenziale, se messo a frutto, realmente potrebbe contribuire a mutare le sorti del pianeta TERRA, ricreando, in accordo con la stragrande maggioranza dei popoli, le basi per una convivenza civile nel rispetto della cultura altrui.
Questa canzone fotografa l'America dalla sua origine ad oggi e augura che il petrolio cessi di sgorgare, se esso deve essere la causa dei conflitti e delle guerre.
America, America.
Il mito di povera gente,
palestra che insegna la vita,
romantica quasi sperduta,
risposte nessuno di dà.

America, America.
Teatro di storie di vita,
la gente che muore per strada,
nessuno si china a guardare,
i morti rimangono là.

Eppure tu sei la terra
che nella logica del fine
ogni uomo trova là:
La libertà.

Si, ma, però, chissà
se in America la pace ci sarà.
Si, ma, però, chissà
il petrolio, quando finirà.

America, America.
Le torri gemelle crollate,
vendetta chiamata per nome,
un popolo onora la morte,
tu segui la stessa sua sorte.

America, America.
Le bombe non fanno la pace,
ma uomini vestono bombe
con menti viziate dall'odio,
un odio che morte ti dà.

Eppure tu sei la terra
che nella logica del fine
ogni uomo trova là:
La libertà.

Si, ma, però, chissà
se in America la guerra ci sarà.
Si, ma, però, chissà,
il petrolio, quando finirà.

inviata da Giovanni Nachira - 31/5/2006 - 12:38



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org