Lingua   

The Deserter

A. E. Housman
Lingua: Inglese


Ti può interessare anche...

Der Deserteur
(Die Sammlung von Andreas Kirchenbaur sen.)
Is My Team Ploughing
(A. E. Housman)
La mère du déserteur
(Paul Dalbret)


‎[1895/1910]‎
Nella raccolta “Last Poems” pubblicata nel 1922‎
Una poesia messa in musica da diversi compositori, come Elisabeth Lutyens e Daniel Gregory ‎Mason ‎‎(The Lied, Art Song, and Choral Texts Archive)‎




Dialogo tra una donna ed il suo amato che sta per partire in guerra.‎
Il disertore, il vigliacco, il traditore è qui il coraggioso combattente che diserta, inganna, tradisce ‎l’amore per andare a farsi ammazzare: “Vai, vai pure, cuore traditore, vai oltre oceano con i tuoi ‎coraggiosi compagni, là non avrete un letto pieno d’amore dove giacere ma solo una tomba, là ‎potrete finalmente abbracciare la vostra amata di piombo!”‎

Housman era un poeta inglese di epoca vittoriana, di formazione classica (un filologo che curò ‎diverse traduzione di lirici latini) e non nascondeva certo la propria ammirazione per il coraggio e ‎per l’Impero e le sue conquiste militari. Ma aveva una sensibilità particolare (era anche un ‎omosessuale dichiarato) ed un pessimismo che si accentuò via via negli anni, in particolare dopo la ‎morte di un fratello nella seconda delle guerre anglo-boere in Sud Africa (1899-1902) e dopo lo ‎strazio del primo conflitto mondiale.‎
‎"What sound awakened me, I wonder,‎
For now 'tis dumb."‎
‎"Wheels on the road most like, or thunder:‎
Lie down; 'twas not the drum."‎
‎ ‎
Toil at sea and two in haven
And trouble far;‎
Fly, crow, away, and follow, raven,‎
And all that croaks for war.‎
‎ ‎
‎"Hark, I heard the bugle crying,‎
And where am I?‎
My friends are up and dressed and dying,‎
And I will dress and die."‎
‎ ‎
‎"Oh love is rare and trouble plenty‎
And carrion cheap,‎
And daylight dear at four-and-twenty:‎
Lie down again and sleep."‎
‎ ‎
‎"Reach me my belt and leave your prattle:‎
Your hour is gone;‎
But my day is the day of battle,‎
And that comes dawning on.‎
‎ ‎
‎"They mow the field of man in season:‎
Farewell, my fair,‎
And, call it truth or call it treason,‎
Farewell the vows that were."‎
‎ ‎
‎"Ay, false heart, forsake me lightly:‎
‎'Tis like the brave.‎
They find no bed to joy in rightly
Before they find the grave.‎
‎ ‎
‎"Their love is for their own undoing,‎
And east and west
They scour about the world a-wooing
The bullet to their breast.‎
‎ ‎
‎"Sail away the ocean over,‎
Oh sail away,‎
And lie there with your leaden lover
For ever and a day."‎

inviata da Bartleby - 27/10/2011 - 12:03



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org