Lingua   

Anita e Pepin

Jean-Marie Carlotti


Lingua: Occitano


Ti può interessare anche...

Camicie Rosse
(Massimo Bubola)
Brigante se more
(Musicanova)


da "Anita Anita" (1988)


Jean-Marie Carlotti: voce, chitarra, chitarra a dieci corde
Daniele Craighead: tastiere, sax soprano, percussioni
Riccardo Tesi: organetto, tamburello
Patrick Vaillant: mandolino, mandola, violon, voce

Interpretata anche da Daniele Sepe e Auli Kokko in Jurnateri



Se in occasione dei festeggiamenti del 150° dell'Unità d'Italia abbiamo creduto opportuno ricordare la questione del brigantaggio meridionale e la vera e propria guerra scatenata dai nuovi padroni piemontesi nel Sud Italia, bisogna però anche ammettere che originariamente la battaglia di Giuseppe Garibaldi fu una battaglia di libertà. Certo ci furono le ombre, la strage di Bronte ad opera di Nino Bixio, la leva obbligatoria e infine la consegna, seppur a malincuore, del Sud Italia ai Savoia. Ma è vero che in quel periodo Garibaldi era visto come un eroe libertario pronto a combattere per la libertà in tutto il mondo, in Italia come in Sud America.

Questa visione è espressa perfettamente in questa bellissima canzone provenzale (la lingua di Nizza, città natale di Garibaldi) scritta da Jean-Marie Carlotti e interpretata insieme al toscano Riccardo Tesi, a Patrick Vaillant e Daniele Craighead. La canzone è dedicata a "Peppino" Garibaldi e a sua moglie Anita, l'"eroina dei due mondi".
Anita non far la loba, Anita non far lo morre
Lo miéu destin es de corre, emai n'aguess' una foira
Di-li-li-li dam pressa, pressa
Di-li-li-li dam d'ora, d'ora !...
Anita, mai que belessa! S'un cop s'acaba lo trèbol
quand menerai la joinessa, vuejar lo monde d'aquelei pègos
S'instalarem a Antíbol, a la valièra de Menton
L'aurá per tota la vida, ponhas, pòutinas emai potons

Pepin, Pepin-Anita Anita!
Oh Mam'Anita tu siás la “comparsita”...

Anita siás baumassièra, t'agrada viure en la “silva”
Velhar sensa lassièra, dormir'un liech que ti gibla
mai vestida de princessa, t'agradará sentir leis amics
portar son brinde a l'ostessa que son menú leis a reljoït
Farem venir de Mexíco, toei lei melhors que fan flòri
se siás malanconica, li tornarem au camin de glòri
bolegatz reaccionaris, mèfi qu'Anita pren lo fuséu
acampatz vos libertaris, Pin Garibaldi es totjom viu!

27/2/2011 - 12:52




Lingua: Italiano

Versione italiana

ANITA E PEPIN

Anita non fare la lupa, Anita non fare il broncio
Il mio destino è correre, anche se avessi fifa
Di-li-li-li-dam - su, dai
Di-li-li-li-dam – presto, presto!...
Anita, ma che bellezza
se un giorno finisce questo tribolo
Quando guiderò i giovani a ripulire il mondo
da quei rompiscatole
Andremo ad Antibes, nella valle di Mentone
E per tutta la vita saranno dolcezze, baci e bacetti

Peppino, Peppino, Anita, Anita!
oh mamma, Anita sei la mia cumparsita

Anita sei una selvaggia, ti piace vivere nella selva
stare sveglia senza stancarti mai, dormire in un letto
che ti rompe la schiena, ma vestita come una principessa,
ti piace sentire gli amici brindare all’ostessa
per la sua buona cucina
Faremo venire dal Messico tutto il fior fiore
Se sei ancora malinconica,
torneremo sulla via della gloria.
Fuori dai piedi, reazionari, attenti,
Anita prende il fucile, radunatevi libertari,
Peppino Garibaldi è sempre vivo!

27/2/2011 - 13:08




Lingua: Francese

Versione francese dal sito di Jean-Marie Carlotti
ANITA ET PEPIN

Anita ne fais pas la louve
Anita ne fais pas la tête
C’est mon destin de courir
même si j’en ai plus qu’assez!
Di-li-li-li-li-dam presse, presse
Di-li-li-li-li-dam vite, vite!

Anita quelle splendeur
quand s’arrêteront les troubles
Quand je mènerai la jeunesse
vider le monde de ces voleurs
Nous nous installerons à Antibes
ou bien au dessus de Menton.
Il y aura pour toute la vie
Pognes, petite sardines et baisers!

Pepin Pepin Anita Anita (ter)
Oh Mam’Anita
tu es la comparsita!

Nous ferons venir du Mexique
les meilleurs (musiciens) qui brillent
et si tu es toujours mélancolique
nous reprendrons le chemin de gloire
Otez vous de devant, réactionnaires
Méfiez vous car Anita prend le fusil!
Rassemblez vous libertaires
Pin Garibaldi est toujours là!

27/2/2011 - 13:17


La foto qui sopra riportata di "Anita Anita" si riferisce alla prima edizione in cd del 1994, a cura dell'etichetta francese SILEX, il disco in vinile con copertina differente era uscito originariamente nel 1988 (anno di registrazione) per l'italiana ROBI DROLI. Le registrazioni erano avvenute a Pistoia nel marzo di quell'anno.

Flavio Poltronieri - 6/11/2015 - 19:50



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org