Lingua   

Guajira por Lolita Lebrón

Carlos Puebla


Lingua: Spagnolo


Ti può interessare anche...

El nombre de Víctor Jara
(Carlos Puebla)
Los vietnamitas son pequeñitos (David y Goliat)
(Carlos Puebla)
El ejemplo de Vietnam
(Carlos Puebla)


[1975]
Album “Cuba: Songs for Our America”, Paredon Records.
Carlos Puebla y Los Tradicionales
Prodotto da Barbara Dane.

PAR01018

Washington, 1 marzo 1954: Lolita Lebrón e i congiurati portoricani vengono arrestati dalla polizia statunitense.
lebron1954

Nel marzo del 1917, dopo 20 anni di occupazione militare, gli USA concessero la cittadinanza statunitense ai portoricani. Non lo fecero per altruismo, ma perché servivano uomini da spedire in guerra in Europa… Fu proprio nell’anniversario di quella “gentile concessione” che nel 1954 un gruppo di militanti indipendentisti portoricani pianificò un attentato da portarsi al cuore dell’occupante, alla Camera dei Rappresentanti a Washington. Già nel 1950, in occasione del’insurrezione nazionalista nota come “Grito de Jayuya”, gli “irriconoscenti” portoricani avevano cercato invano di uccidere il presidente Truman, sempre a Washington. E pure nel 1954 il commando, guidato dalla bella e indomita patriota Lolita Lebrón, non ebbe miglior fortuna: avuto l’accesso al palco dei visitatori, gli irredentisti urlarono "¡Viva Puerto Rico Libre!" spiegarono la loro bandiera, spararono qualche colpo (ferendo cinque parlamentari) e poi vennero neutralizzati.
Rimasero in carcere fino al 1979, quando furono amnistiati da Jimmy Carter.
L’irriducibile Lolita Lebrón continuò la sua militanza anti-statunitense e fu ancora arrestata e detenuta innumerevoli volte, l’ultima nel 2001, passata ormai l’ottantina…


A proposito della resistenza portoricana contro gli USA si vedano anche Canción a Pedro e Canción para Vieques.
Lolita Lebrón,
ejemplo de los que luchan
por Puerto Rico.
Y por su liberación.

Desde un tiempo muy extenso
te mantienen prisionera.
pero tu antorcha está libre.
porque la luz no se encierra.

Aunque ellos creen otra cosa,
tu sigues en la pelea,
tu nombre en primera fîla,
porque tu nombre es bandera.

Y hay mas nombres como el tuyo
que por la Patria flamba,
que van contigo en la historia
juntos en la misma senda

Lolita Lebrón, tu nombre
vu unido a la misma idea
por un Puerto Rico libre
Sin sombra yankee extranjera.

Por tu Borinquén querida, (*)
por tu Patria linda y buena,
permitenos que pongamos
la humilde palabra nuestra.

inviata da Alessandro - 12/4/2010 - 10:34


(*) “Borinquen” è l’antico nome di Puerto Rico, derivante da “Borikén” che nella lingua dei nativi taínos pare significasse “Terra del gran signore” oppure anche - con più probabilità e più semplicemente - “Isola dei granchi”…

Alessandro - 12/4/2010 - 10:34



Lingua: Inglese

Traduzione inglese di Laura Engler Perez dal libretto che accompagna il disco
SONG FOR LOLITA LEBRÓN

Lolita Lebrón
example for those who struggle
for Puerto Rico
and its liberation!

For such along time they have kept you a prisoner,
but your torch is bright and free
because its light cannot be imprisoned.

Even though they think they've stopped you,
you continue in the struggle.
Your name is in the front line
because your name is a flag.

And there are more names like yours
who rise up for the homeland,
who go with you into history
together on the same path.

Lolita Lebrón, your name
is entwined with the idea
of u free Puerto Rico
without the shadow of the Yankee foreigner.

For your dear Borinquén.
your homeland, beautiful and good,
allow us to speak
these few humble words.

inviata da Alessandro - 12/4/2010 - 10:35



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org