Lingua   

Canto a Puerto Rico

Carlos Puebla


Lingua: Spagnolo


Ti può interessare anche...

Guantanamera
(Autori Vari / Different Authors)
Querido FBI
(Calle 13)
Los vietnamitas son pequeñitos (David y Goliat)
(Carlos Puebla)


[1975]
Album “Cuba: Songs for Our America”, Paredon Records.
Carlos Puebla y Los Tradicionales

PAR01018



Nel 1898, durante la Guerra ispano-americana, gli USA si papparono in un sol boccone le Filippine, Cuba, Guam e pure Puerto Rico. Quest’ultima non riuscirà più a smarcarsi dal gigantesco e vorace vicino, tant’è vero che oggi Puerto Rico è “territorio non incorporato” degli USA, benché dotato di autogoverno… Ma il sentimento nazionalista non fu mai sedato…
La canzone di Carlos Puebla si riferisce ai massacri compiuti negli anni 30 dalla polizia militare statunitense.
Nell’ottobre del 1935, a Rio Piedras di San Juan, vennero assassinati a sangue freddo, durante un tentativo di arresto, il segretario del partito nazionalista, Ramón S. Pagán, e tre suoi collaboratori… Ma l’episodio più grave accadde nella primavera del 1937 quando il partito indipendentista, fondato da José Coll y Cuchí nel 1919 e guidato da Pedro Albizu Campos, organizzò a Ponce, un sobborgo a sud di Puerto Rico, una grande manifestazione pacifica contro l’occupazione americana. Allora la polizia del governatore militare statunitense Blanton Winship sparò sulla folla uccidendo 19 persone e ferendone un paio di centinaia. Il “Ponce massacre” ebbe una vasta eco internazionale, anche perché alla manifestazione assistevano alcuni parlamentari statunitensi che testimoniarono che la polizia aveva ingiustificatamente attaccato una folla disarmata e indifesa: “In his 5 years as Governor of Puerto Rico, Mr. Blanton Winship destroyed the last vestige of civil rights in Puerto Rico. Patriots were framed in the very executive mansion and railroaded to prison. Men, women, and children were massacred in the streets of the island simply because they dared to express their opinion or attempted to meet in free assemblage”, dichiarò alla commissione d’inchiesta il deputato Vito Marcantonio. Anche l’American Civil Liberties Union (ACLU) condannò senza mezzi termini la strage ma, ciò nonostante, Pedro Albizu Campos e i leader nazionalisti furono arrestati, processati e condannati per sedizione, mentre a Blanton Winship e ai suoi sgherri fu accordata totale immunità per quanto avevano fatto… Ma l’anno seguente il governatore assassino fu quasi assassinato a sua volta da un patriota, Ángel Esteban Antongiorgi, che purtroppo cadde sotto i colpi della polizia senza riuscire nell’impresa e, finalmente, nel 1939, il presidente Roosevelt si decise a rimuovere il vecchio e sanguinario governatore dal suo incarico e lo mandò in pensione… con tutti gli onori.
Puerto Rico, Puerto Rico,
que mal se ve, Puerto Rico
tu rico puerto apresado
por ganas, plumas y picos
y acorazados… Y acorazados…

Puerto Rico, Puerto Rico,
antillano y extranjero
dolor común y local
entre un cinturón de acero
y un mayoral… Y un mayoral…

Puerto Rico, Puerto Rico,
rico para el extranjero
que sobre tu piel camina
con su látigo de acero
y te asesina… Y te asesina…

Puerto Rico, Puerto Rico,
digna de mejor destino
sueño de Hostos y Martí (*)
ya encontrarás el camino
digno de ti… Dígno de ti…

Puerto Rico, Puerto Rico,
grite de San Juan a Ponce,
el pueblo lucha y escucha
la voluntad es de bronce
y es mucha… Y es mucha…

Puerto Rico, Puerto Rico,
que vibre tu voz, que vibre
tu voz que lucha y espera
por tener su Patria libre
y su bandera… Y su bandera…
(*) Eugenio María de Hostos y Bonilla (1839-1903), intellettuale e filosofo portoricano che dedicò tutta la sua vita all'emancipazione di Puerto Rico, all'unità delle Antille e dell'America Latina.

José Julián Martí y Pérez, detto "L'Apostolo" (1853-1895), rivoluzionario cubano morto nel corso dell'ultima guerra d'indipendenza di Cuba dal dominio spagnolo.

inviata da Alessandro - 9/4/2010 - 10:28




Lingua: Italiano

Traduzione italiana di Riccardo Venturi
26 settembre 2014

Due parole del traduttore. Nel testo, gli "artigli, piume e becchi" che tengono prigioniera Portorico sono, ovviamente, quelli dell'Aquila statunitense. La povera e incolpevole Aquila di mare dalla testa bianca (Haliaeetus Leucocephalus) non solo non ne ha nessuna colpa, ma pur essendo il simbolo degli USA è stata sottoposta a una caccia feroce. Verso il 1920 era praticamente estinta, quando finalmente ne fu vietata la caccia.
CANTO A PORTORICO

Portorico, Portorico,
che brutto vedere
il tuo ricco porto imprigionato
da artigli, piume e becchi
e corazzate, e corazzate.

Portorico, Portorico,
antillana e straniera,
dolore pubblico e locale
tra una cintura d'acciaio
e un capataz, un capataz.

Portorico, Portorico,
ricco per lo straniero
che ti calpesta addosso
con la sua frusta d'acciaio
e ti assassina, e ti assassina.

Portorico, Portorico,
degna di miglior sorte,
sogno di Hostos e Martí,
e troverai una strada
degna di te, degna di te.

Portorico, Portorico,
un grido da San Juan a Ponce
il popolo lotta e ascolta,
la volontà è di bronzo
e è tanta, è tanta.

Portorico, Portorico,
vibri la tua voce, vibri,
la tua voce che lotta e attende
di aver la sua patria libera
e la sua bandiera, la sua bandiera.

26/9/2014 - 19:16




Lingua: Inglese

Traduzione inglese dal libretto che accompagna il disco.
SONG FOR PUERTO RICO

Puerto Rico, Puerto Rico,
it looks so bad
your rich port, imprisoned
by claws, feathers and beaks
and battleships, and battleships.

Puerto Rico, Puerto Rico,
Antillean and foreigner,
Suffering, public and local,
between a belt of steel
and a boss, and a boss.

Puerto Rico, Puerto Rico,
so rich for the foreigner
who strides across your skin
with his whip of steel
And destroys you, and destroys you.

Puerto Rico, Puerto Rico,
worthy of a better fate,
dream of Hostos and Martí
you will find the road
worthy of you, worthy of you.

Puerto Rico, Puerto Rico,
the cry from San Juan to Ponce,
the people struggle and listen,
their will is of bronze.
and is great, and is great.

Puerto Rico, Puerto Rico,
how your voice vibrates,
your voice full of hope and struggle,
to free your homeland,
and your flag, and your flag.

inviata da Alessandro - 9/4/2010 - 10:38


Questa canzone è così reale per me! Sono triste e vado a piangere quando la sento...

Sorry, i am too sentimental perhaps...

BorikuaTainoGuerrero - 1/10/2014 - 08:43




Lingua: Esperanto

Traduzione in Esperanto di La Pupo
Tradukis Esperanten La Pupo
KANTO POR PORTO-RIKO

Porto-Riko, Porto-Riko,
kiu aspektas tiel malbone, Porto-Riko
via riĉa haveno estas enprizonigita
per ungoj, plumoj kaj bekoj
kaj ŝirmitaj, kaj ŝirmitaj.

Porto-Riko, Porto-Riko,
Antilano kaj fremda,
doloro komuna kaj loka,
inter la rimeno de ŝtalo
kaj la submastro, kaj la submastro.

Porto-Riko, Porto-Riko,
tiom riĉas por fremdaj
kiuj marŝas tra via haŭto
per sia vipo de ŝtalo
Kaj detruas vin, kaj detruas vin.

Porto-Riko, Porto-Riko,
inda pli bonan sorton,
sonĝo de Hostos kaj Martí
Vi trovos la vojon
inda vin inda vin.

Porto-Riko, Porto-Riko,
kriado el Sankta Johano al Ponce
la popoloj luktas kaj aŭskultas,
ilia volo de bronzo.
kaj estas multe, kaj estas multe.

Porto-Riko, Porto-Riko,
kiel via voĉo vibras,
vian voĉon plena estas de espero kaj lukto,
por liberigi vian hejmlandon,
kaj vian flagon kaj vian flagon.

inviata da La Pupo - 8/10/2014 - 10:28


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org