Lingua   

A las madres de Mayo

Ismael Serrano


Lingua: Spagnolo


Ti può interessare anche...

La Selección Nacional
(Las Manos de Filippi)
Papá cuéntame otra vez
(Ismael Serrano)
Habitantes de Alfa-Centauro encuentran la sonda Voyager
(Ismael Serrano)


[1996]
Testo e musica di Ismael Serrano
testo ripreso da: http://www.trovadores.net

Ismael Serrano.
Ismael Serrano.


Un'altra canzone dedicata alle madri di Plaza de Mayo.
Te busca madre mientras su cuerpo es mecido
por el mar en el que se sumerge dormido.
Sueña tu abrazo, busca recuerdos,
a los que aferrarse para no conciliar el sueño.

El mar se inquieta, es tempestad, lamento.
¿Quién pudo lanzar mil ángeles desde el cielo?
Y oye tus gritos, blancos pañuelos,
cubren sus aguas, los trajo el viento.
Manda una ola para que se lleve
a los traidores que sembraron tanta muerte.

Barcos y naúfragos oyen sus voces.
Les dicen "Nunca, nunca, olviden nuestros nombres".
Díle a las madres que en algún lado,
donde hace falta, seguimos luchando.

Madre, tu hijo no ha desaparecido.
Madre, que yo lo encontré andando contigo.
Lo veo en tus ojos, lo oígo en tu boca,
y en cada gesto tuyo me nombra.
Lo veo en mis luchas y me acompaña
entre las llamas de cada nueva batalla.

Guían mis manos sus manos fuertes,
hacia el futuro, hasta la victoria siempre.
Guían mis manos sus manos fuertes,
hacia el futuro, hasta la victoria siempre.

inviata da Riccardo Venturi - 7/6/2005 - 14:41



Lingua: Italiano

Versione italiana di Fiamma Lolli, ricevuta il 18 febbraio 2006.
Italian version by Fiamma Lolli, received on February 18, 2006

Un'altra canzone dedicata alle madri di Plaza de Mayo
Non avendo potuto ascoltare l'originale non mi è stato possibile rispettare la melodia. Chiunque sia in grado di aiutarmi a tradurre il testo in modo tale da renderlo anche cantabile in base allo stesso spartito ha già la mia gratitudine.

One more song dedicated to the Plaza de Mayo Mothers.
As I couldn't listen to the original song, I wasn't able to keep to the tune. I'd be grateful to anyone who can help me translate the lyrics so that it can be sung in Italian according to the same score.

Fiamma Lolli.
ALLE MADRI DI PLAZA DE MAYO

Madre ti cerca mentre il suo corpo è cullato
dal mare in cui dorme sprofondato.
Sogna il tuo abbraccio, cerca ricordi
ai quali aggrapparsi per non conciliare il sonno.

Il mare si inquieta, è tempesta, lamento.
Chi ha potuto gettare mille angeli dal cielo?
E sente i tuoi gridi, fazzoletti bianchi,
ne coprono le acque, li ha portati il vento.
Manda un’ondata ché spazzi via
i traditori che hanno seminato tanta morte.

Naufraghi e navi ne sentono le voci.
Dicono: “Mai, mai scordare i nostri nomi”.
Dite alle madri che, da qualche parte,
lì dove serve, continuiamo a lottare.

Madre, tuo figlio non è desaparecido
perchè l’ho trovato standoti vicino.
Lo vedo nei tuoi occhi, lo sento nella tua bocca
e in ogni tuo gesto, madre, mi chiama.
Lo vedo in mille lotte e mi accompagna
tra le fiamme di ogni nuova battaglia.

Le sue mani forti guidano le mie
verso il futuro, fino alla vittoria, sempre.
Guidano forti le mani sue le mie
verso il futuro, hasta la victoria siempre.

inviata da Fiamma Lolli - 18/2/2006 - 15:53


io volevo chiedere una cosa all'amministratore: se per caso si possiede la canzone in questione e si volesse inviarla al sito, la questione dei diritti d'autore come funziona? poichè io ho il brano originale in spagnolo della canzone su citata di Ismael Serrano, non avrei problemi ad inviarlo, ma non sapendo come regolarmi in materia di diritti d'autore vorrei prima informarmi (se è possibile potete rispondermi all'e-mail riportata): inoltre, vorrei segnalare, se è lecito, un'altra bellissima canzone dedicata alle madri di tutto il mondo che hanno figli in guerra: è di Gianfranco Molinaro, si intitola Il martirio delle Rose: è bellissima e potete trovarla su YouTube (io non ce l'ho ancora).

Andrea - 3/12/2007 - 20:23



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org