Lingua   

¿De qué se ríe?

Nacha Guevara


Lingua: Spagnolo


Ti può interessare anche...

Vidalitá por las dudas
(Nacha Guevara)
Totò: Nel Paese dei Balocchi
(GLI EXTRA DELLE CCG / AWS EXTRAS / LES EXTRAS DES CCG)
Renzo Renzi [o Re-Enzino]
(Suonatori Terra Terra)


Album “Nacha Guevara canta a Benedetti”, dal vivo al Colegio de México, 1976.
Testo di Mario Benedetti, dalla poesia “Seré curioso” pubblicata nella raccolta “Letras de emergencia, 1969-1973” (1973).
Musica di Alberto Favero.

Cazzo ridi?
Cazzo ridi?


Eventualmente per il percorso inaugurato da Riccardo Scocciante sulla “Violenza sui Primi Ministri”…
En una exacta foto del diario,
señor ministro del imposible,
Vi en plena risa y en plena euforia
y en pleno gozo su rostro simple.
Seré curiosa, señor ministro,
¿De qué se ríe?
¿De qué se ríe?

De su ventana se ve la plaza
Villamiseria no está visible.
Tienen sus hijos ojos de mando
pero otros tienen mirada triste.
Aquí en la calle suceden cosas
que ni siquiera pueden decirse
Los estudiantes y los obreros
ponen los puntos sobre las íes
Por eso digo, señor ministro,
¿De qué se ríe?
¿De qué se ríe?

Usted conoce mejor que nadie
la ley amarga de estos países.
Ustedes, duros con nuestra gente,
por qué con otros son tan serviles.
Cómo traicionan el patrimonio
mientras el gringo nos cobra el triple.
Cómo traicionan, usted y los otros,
los adulones y los serviles.
Por eso digo, señor ministro,
¿De qué se ríe?
¿De qué se ríe?

Aquí en la calle sus guardias matan
y los que mueren son gente humilde.
Y los que mueren son gente humilde
y los que quedan, llorando rabia,
seguro piensan en el desquite.
Allá en la selva sus hombres hacen
sufrir al hombre y eso no sirve.
Después de todo usted es el palo mayor
de un barco que se va a pique.
Por eso digo, señor ministo,
¿De qué se ríe?
¿De qué se ríe?

Seré curiosa, señor ministro,
¿De qué se ríe?

inviata da Alessandro - 9/12/2009 - 12:20



Lingua: Italiano

Versione italiana di Piera Marchioni
DI CHE STA RIDENDO?

In una bella foto del giornale
Signor Ministro dell'Impossibile
Ho visto la sua faccia in piena risata, in piena euforia
e in pieno godimento.
Sono curiosa signor Ministro
di che sta ridendo?
Di che sta ridendo?

Dalla sua finestra si vede la piazza
Villamiseria non si vede
I suoi figli hanno gli occhi del comando
però altri hanno uno sguardo triste
Qui nella strada succedono cose
Che non si possono nemmeno raccontare
Gli studenti e gli operai
mettono i puntini sulle I.
Per questo dico signor Ministro
di che sta ridendo?
di che sta ridendo?

Lei conosce più di chiunque altro
la amara legge di questo paese.
Lei, così duro con la nostra gente,
perchè con altri è tanto servile?
Come svende i nostri averi
mentre il gringo ci chiede tre volte tanto
Come tradisce, lei e gli altri,
gli adulatori e i servili.
Per questo chiedo signor Ministro
di che sta ridendo?
di che sta ridendo?

Qui sulle strade le guardie uccidono
e quelli che muoiono sono gente umile
quelli che muoiono sono gente umile
e quelli che rimangono, piangendo di rabbia
certo pensano alla rappresaglia.
Là nella selva i suoi uomini fanno
soffrire l'uomo, e questo non serve.
Dopotutto, lei è l'albero maestro
di una barca che affonda.
Per questo dico signor Ministro
di che sta ridendo?
di che sta ridendo?

Sarei curiosa, signor Ministro:
di che sta ridendo?

inviata da Piera Marchioni - 25/8/2011 - 16:04


A dire il vero la prima ad interpretare in canzone questa poesia di Benedetti credo sia stata Soledad Bravo nel suo disco "Volumen 4" del 1972

Volumen 4

B.B. - 7/9/2017 - 11:32



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org