Lingua   

Iside

Gang


Lingua: Italiano

Scarica / ascolta

Loading...

Guarda il video

Loading...

Ti può interessare anche...

Assedio
(Riccardo Tesi & Banditaliana)
Balmafol è un’alta cima
(anonimo)
Quando il fratello mio, partigiano
(anonimo)


Fuori dal controllo (1997)

Fuori dal controllo

Iside, una vecchia partigiana, con la sua storia di guerra e di dolore.
Viene da pensare a questi “giovani” di una volta e alla loro lotta impari nelle città e sulle montagne, tra mille difficoltà, senza rumori di fanfare e vuoti eroismi, ma con il quotidiano, faticoso impegno pieno solo di speranza, dove già anche il solo, semplice resistere per non farsi annientare significava già moltissimo.
Una lotta - pagata spesso a caro prezzo - per dare dignità, libertà, democrazia, futuro a tutti quelli che sono venuti dopo.
Cosa ne è stato oggi di tutti quei sacrifici e di tutti quegli ideali?
Oggi che abbiamo tutto, chi siamo?

La risposta, amico, soffia nel vento,
soffia nel vento e infuria la bufera…
e le scarpe oggi non sono rotte,
ma dove andiamo?
Ti ho incontrato nel fondo di un sogno
io venivo da piazza del grano
c’era fango sopra i tuoi piedi
c’era l’ombra di un tuono lontano.
Eri quella che andava da sola,
eri sola fra tante spine,
ti ho incontrata nel fondo di un sogno,
fiore che vivi lungo il confine,
Iside odore di luna,
Iside stella del cuore,
Iside raggio di luce
che accechi la notte
con il tuo dolore.
Ti ho incontrata nel fondo,
io abitavo in ogni distanza,
c’era sangue nelle tue mani,
ci stringemmo nell’ultima danza.
Eri quella che andava da sola,
eri sola di fronte all’aurora
di fronte all’aurora.
Ti ho incontrata nel fondo di un sogno,
fiore che vivi oltre frontiera,
Iside odore di luna,
Iside stella del cuore,
Iside raggio di luce
che accechi la notte
con il tuo dolore.
Ti ho lasciata nel fondo di un sogno,
quando intorno si è fatto silenzio,
quando intorno non c’era riparo,
solo l’ombra di un tuono lontano.
Iside odore di luna,
Iside stella del cuore,
Iside raggio di luce
che accechi la notte
con il tuo dolore
Iside raggio di luce
che accechi la notte
con il tuo dolore.

inviata da i fermentivivi - 6/4/2005 - 15:50


Iside Viana (“ISIDE”)
Una partigiana, una figura “minore” perché in bilico, una storia fragile, una donna che si lasciava attraversare dai sentimenti e questo non le permetteva di aderire alla morale eroica dei comunisti di allora, una grande solitudine. L’abbiamo conosciuta attraverso la lettura di un libro di Giovanni De Lima “Donne in oggetto”.

Iside": la storia di Iside Viana da cui abbiamo tratto questa canzone che traduce solo un sentimento di solidarietà verso una donna partigiana che in carcere chiede la grazia e diventa cattolica, questa sua "fragilità" fa si che venga isolata dalle compagne comuniste e cancellata dalla lista dei partigiani comunisti


da www.the-gang.it

DonQuijote82 - 24/8/2011 - 15:31


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org