Lingua   

Al di là degli alberi

Casa Del Vento


Lingua: Italiano

Guarda il video


Registrato a Casa Cervi(RE)25-4-2006


Cerca altri video su Youtube

Ti può interessare anche...

Nessuno chieda
(Stefano Giaccone)
Chacun de vous est concerné [incl. Canzone del maggio di Fabrizio De André]
(Dominique Grange)
People Have The Power
(Patti Smith)


2004
Al di là degli alberi

CasaDelVento-AlDiLa
Un giorno d'estate
Arrivò un temporale
Bussò alla mia porta
Portando la guerra.

Poi la mia casa
Divenne prigione
Interno cammino
Per tutto il dolore.

È qui che rivedo
Il suo dolce sorriso
Le risa e le voci
La sua primavera.

Dietro quegli alberi
Si vede il mare
C'è ancora il canto
Del suo giocare.

È per questo che andrò
Al di là di quegli alberi
Per pulirlo dal fango
Per salvare il suo nome.

Pensa alla gioia
I capelli al vento
Le grida di un figlio
Che corre contento.

Pensa alla madre
Che partorisce
Pensa alla vita
Che non ritorna.

Cammina ancora
Non ti fermare
Porta la voce
A raccontare.

In ogni luogo
Con la dignità
Cammina cammina
Per la verità.

Lo hanno portato via
Come l'acqua di un fiume
Ricoperto di fango
Han macchiato il suo nome.

È per questo che andrò
Al di là di quegli alberi
Per pulirlo dal fango
Per salvare il suo nome.

Ogni 20 del mese
A trovare il tuo amore
A portare da bere
Al tuo piccolo fiore.

E che gli uomini sappiano
Della differenza
Tra una mano che offende
E la resistenza.

inviata da Alessio Gentili - 8/2/2005 - 22:07



Lingua: Inglese

English Version by Kiocciolina
Versione inglese di Kiocciolina
BEYOND THE TREES

In a summer day
A storm came
It knocked on my door
Bringing the war.

Then my house
Became a prison
Inner walk
For all the pain.

It's here that I see again
His sweet smile
The laughters and the voices
His spring.

Behind those trees
You can see the sea
There's still the sing
Of his playing.

And that's the reason why I will go
Beyond those trees
To clean him from the mud
To save his name.

Think about the joy
The shout of a son
That runs happily.

Think about his mother
That gives birth
Think about the life
That doesn't come back.

Still walk
Don't stop
Carry the voice
To tell.

In each place
With the dignity
Walk, walk
For the truth.

They brought him away
Like the water of a river
Covered by mud
They stained his name.

And that's the reason why I will go
Beyond those trees
To clean him from the mud
To save his name.

On the 20th of each month
To go and see his love
To bring something to drink
To his little flower.

And could men know
The difference
Between an hand who offends
and the Resistance.

inviata da kiocciolina - 28/8/2006 - 04:50



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org