Lingua   



Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

La cantata rossa
(Giulio Stocchi e Gaetano Liguori)
Prisoner of Palestine
(Seize The Day)
Trent’anni di libertà
(Giulio Stocchi)


dalla Cantata rossa per Tall el Zaatar (testo completo)

alla voce Demetrio Stratos degli AreA

Cantata Rossa
«Ci sono momenti in cui si fa fatica a scrivere di musica. Ci sono momenti in cui la musica neanche la si vorrebbe sentire, per stare fermi e meditare. Questo è un momento così. Ma la potenza della musica è infinita e anche sull'orlo di una tragedia riesce a farsi strada, ad arrivare fino a te e a parlarti con i suoni e le parole giuste. E allora come lo si deve leggere se non come un segno del destino (beffardo? Benevolo? A voi la scelta) il fatto che proprio da quest'estate sia finalmente disponibile in cd un disco seminale?

"La cantata rossa per Tall El Zaatar" con cui Gaetano Liguori (jazzista, autore delle musiche) e Giulio Stocchi (poeta-operaio, autore dei versi) hanno voluto nel lontanissimo 1977 celebrare la tragedia del popolo palestinese, ricordando la strage del 1976, l'epilogo di un processo di vera e propria "pulizia etnica" portata avanti delle milizie falangiste cristiane, in Libano, per eliminare dalla parte orientale di Beirut qualunque presenza palestinese, musulmana, progressista.»
(dalla recensione su Bielle)


Gli interpreti sono
Concetta Busacca - canto
Giulio Stocchi - voce recitante
Pasquale Liguori - batteria
Roberto Del Piano - fender bass
Gaetano Liguori - pianoforte
Demetrio Stratos - vocalist

Demetrio Stratos canta nel brano "Amna"


«E la voce di Stratos lasciata libera di vagare e dar corpo alla storia della dodicenne Amna che, sopravvissuta al massacro, è destinata a divertire i falangisti in un bordello si impenna, si esalta, si sdoppia, si squarta, ci coinvolge. La scena si stacca con violenza dalla mono-dimensione del cd; i fantasmi evocati sono in mezzo a noi. Film polveroso in bianco e nero. Straziante.»
(dalla recensione su Bielle)

Il brano precedente della cantata è I cinquantatré giorni, il successivo è Il piccolo Fadh
Quant'è lunga la strada di Ashrafieh!
Ogni gradino
ogni pietra
ogni passo
sono
secoli interi
di dolore
eterne
costellazioni
cadenti
sulla cieca notte
del cuore
E vanno in fila
nude
fra due ali
di soldati
e immagini di santi
fra la folla
“Più in fretta animali!”
Quante sono?
Cento?
Duecento?
Amna non lo sa
Vede appena i suoi piedi
trascinarsi feriti
nella polvere
un passo
e un altro
e un altro
“Forza!”
“Che ci andiamo a divertire!”
Poi
sulla schiena
un colpo
Amna non sente
Ha dodici anni Amna
E pensa al padre
ai fratelli
agli amici
rimasti laggiù
nel gran fuoco
di Tall el Zaatar
“Dì
Lo sai che cos'è questo?”
Qualcuno l'afferra per i capelli
“Guarda!”
le agita qualcosa
davanti al viso
Una croce
“E' nostro Signor Gesù Cristo
Troia!”
Amna non vede
Cammina
cammina
cammina
e non ha
che il gran fuoco
di Tall el Zaatar
negli occhi
Uno sputo
un colpo
una spinta
Amna cammina
Un passo
e un altro
e un altro
Secoli
interi
di dolore
sulla strada
di Ashrafieh
Poi una porta
La spingono dentro
Fumo
grida
imprecazioni
dal soffitto
una lampadina
l'odore
penetrante
di corpi sudati
“Come ti chiami?”
“Amna hai detto?”
Ridono
“Vieni qui
Amna!
Amna!
Amna!”
Sente il loro respiro
mani chela frugano
l'afferrano
la prendono
la frugano
l'afferrano
la prendono
la fanno girare
da una parte
all'altra
Amna!
Amna!
Amna!
“Apri le gambe
che vediamo
cosa ci nascondi
in mezzo!”
“Girati Amna
il culo Amna
muovi un po'
il culo Amna!”
Amna!
Amna!
Amna!
Da una parte
all'altra all'altra
e mani e respiri
e man e mani
“Perché non balli?
Su da brava
balla comunista
facci vedere
muovi il culo
su Amna
Balla!
Balla!
Balla!”
Battono le mani
gridano
ridono
gridano
battono le mani
“Avanti balla
in piedi bestia
balla palestinese!”
“In piedi
balla
in piedi
balla
in piedi
balla!”
Lampadine
porte
pareti
mani
fumo
grida
di qua
di là
da una parte
all'altra
all'altra
all'altra
Amna!
Amna!
Amna!

“Girati Amna
muoviti Amna
in piedi Amna
bestia Amna
balla Amna
avanti balla
palestinese
comunista
bestia Amna
balla
balla
palestinese balla
balla
palestinese
palestinese
palestinese!”

19/11/2004 - 21:37



Lingua: Inglese

AMNA

How long is the road to Ashrafieh!
Every stair
every stone
every step
are
centuries and centuries
of pain
eternally
falling
stars
on the blind night
of the heart
And naked
they walk
between double hedges
of soldiers
and images of saints
amongst the crowd
Faster you beasts!
How many are they?
A hundred?
Two hundred?
Amna doesn't know
She only barely sees her feet
dragging them wounded along
in the dust
a step
and another
and another
Move along!
We're going to have some fun!
Then
on the back
a blow
Amna doesn't feel it
She's twelve years old Amna
She's thinking of her father
of her brothers
of her friends
over there
in the big fire
of Tall el Zaatar
Tell me
Do you hnow what this is?
Somebody grabs her by her hair
Look!!
waving something
before her face
A cross
It's our Lord Jesus Christ
Whore!
Amna doesn't see
She walks
and walks
and walks
she only has
the big fire
of Tall el Zaatar
in her eyes
A spit
a blow
a thrust
Amna walks
A step
and another
and another
Centuries
and centuries
of pain
on the road
to Ashrafieh
And then a door
They push her inside
Smoke
screams
curses
from the ceiling
a lamp
the penetrating
smell
of sweaty bodies
What is your name?'
Amna you said?
They laugh
Come here
Amna!
Amna!
Amna!
She feels their breath
hands rummaging her
stopping her
grabbing her
touching her
stopping her
grabbing her
turning her around
from one part
to another
Amna!
Amna!
Amna!
Open your legs
so we can see
what you hide
between them!
Turn around Amna
your ass Amna
move it a little
your ass Amna!
Amna!
Amna!
Amna!
From one part
to another to another
and hands and breaths
and hands and hands
Why don't you dance?
Go on be a good girl
dance little communist
so we can see
move your ass
go on Amna
Dance!
Dance!
Dance!
Clapping their hands
and yelling
and laughing
and yelling
and clapping their hands
Come on dance
stand up animal
dance palestinian!
Stand up
and dance
stand up
and dance
stand up
and dance!
Lamps
doors
walls
hands
smoke
screams
here
and there
from one part
to another
to another
to another
Amna!
Amna!
Amna!

Turn around Amna
move Amna
stand up Amna
animal Amna
dance Amna
come on dance
palestinian
communist
animal Amna
dance
dance
palestinian dance
dance
palestinian
palestinian
palestinian!

19/11/2004 - 21:41



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org