Lingua   

Ballata del Cammino della Non-Violenza

Turi Vaccaro


Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Muos
(Long Hair In Three Stages)
Poesia scritta sul traliccio
(Turi Vaccaro)
Canto del bastone
(Cantacronache)


Trascritta all'ascolto da Adriana

turivaccaro-Ho lavorato alla fiat dal 1972 al 1995 ma gli ultimi anni feci solo gli ultimi due mesi come lavoro effettivo.
Nel 1981 partii per i 20 mesi di obbiettore di coscienza (150 al mese) in irpinia, zona terremotata, vicino a Napoli.e dal 1982 a Comiso contro i missili nucleari.
Fui messo due anni in cassa integrazione quindi pagato senza lavorare finché tornato nel 1985 decisi di non voler piu costruire camion militari e per questo fui licenziato anche se con altre scuse secondarie.
Al processo contro la Fiat, rifiutai i 14 milioni di lire che mi furono offerti per non proseguire la causa, che persi comunque, anche se uno dei tre giudici in camera di consiglio , mi fu poi riferito, mostro' di apprezzarmi
Chiamato alla televisione, Canale 5 da Maurizio Costanzo che mi intervisto', non seppi mai nulla se fu mai mandato in onda: penso che la FIAT sponsor di canale 5, sia intervenuta pesantemente.
Io fui felice di essermi liberato da un lavoro indesiderato il giorno del mio 32esimo compleanno.
Allora iniziai subito la mia camminata da Assisi a Comisi dal 15/6 all'8/9/1985 e mi dedicai a tempo pieno per le cause della nonviolenza e del disarmo.
Il merito è tutto del mio capo personale dottor Gorbolino e del mio capo squadra Caffu che se pur inconsciamente hanno contribuito alla causa della pace

Testo reperito in questa pagina
Siamo partiti il 29 giugno
Comiso, Sigonella, Catania, Messina
Addio pagoda bandiera in pugno
Sicilia bella alzati e cammina
Addio pagoda bandiera in pugno
Sicilia bedda
susete e cammina

Reggio Roccella , bronzi di Riace
Locri, Gerace, Monsignor Bregantini e Giorgio
Gioiosa Ionica viva la pace

Spade in aratri camminando forgio
Spade in aratri camminando forgio

Sto camminando sulla battigia
Crotone lascio ai ricordi di ieri
Ho sulle spalle la mia valigia
Rossano appare nei miei pensieri
Il sole ancora fa compagnia
Cani e gabbiani mi son compagni
Lascia che il mari i piedi bagni
Aghi di pino, letto
Muri di sabbia, casa mia
A Cruccoli Torretta c’è Nicola Visiti
Che mi aspetta
Mandorle, prugne e fichi secchi
Verrei con te... ma chi guarda i miei vecchi!

Anche a Cariati i compagni si son rilassati
Si chiacchiera di utopia
Tra fiumi di birra, in pizzeria
I ciclisti di Exodus di Cacurri
In comunità, dalla Sicilia a Rossano
la festa si farà
poi alla cartina l’ultimo sguardo
presto la mattina
per un nuovo traguardo

a Capo Spulico Roseto la moglie di Peppe Gatto
col fare suo discreto mi preparerà un bel piatto
minestrina, erba porcellana, pane casareccio
in campagna sotto il vecchio leccio
forno a legna, puzza di letame
fichi e vino delle mie vigne
pace delle mie brame
fichi e vino delle mie vigne
pace delle mie brame

Precisamente a Trebisacce
Ho riparato le mie due bisacce
Per un fico proibito
La bandiera della pace ho smarrito

A Policoro Scanzano
È vietato l’accesso lungo il mare
E io come un fesso di 10 km ho dovuto allungare
Hanno sequestrato alle foce dell’Acri
Il villaggio agrituristico ecoconsumistico ornitologico delfinarium
Presidente Berlusconi salvate i nostri milioni
E la vita di 600 operai che non ci incolpano(?) mai

O Lucania abbandonata
La foce del Basento
Si guada bagnandosi i ginocchi
Di Giada cara agli occhi
Con Piergiorgio sotto l’ombrellone
Mi offrono uva, una fetta di melone

La Puglia mi apre le braccia
Sono tentato da una puccia (?) e una focaccia
Prugne acerbe e niente pane
Fotocopie e stelle cadenti
Prugne acerbe e banane... sotto i denti

inviata da adriana e Lorenzo - 17/8/2009 - 14:14


Il pacifista scalzo torna in libertà Ma non può dimorare nel Vicentino
PROCESSO. Il siciliano Turi Vaccaro è stato arrestato per "invasione" in luoghi militari

da Il giornale di vicenzadel 14 novembre 2009


Il pacifista scalzo Turi Vaccaro è tornato in libertà. Quando il giudice Eleonora Babudri, che ha convalidato il suo arresto per "introduzione clandestina in un luogo militare" ha ordinato la scarcerazione, applicandogli il divieto di dimora nella provincia di Vicenza, è stato intonato un coro da stadio inneggiante ai No Dal Molin, che numerosi e composti hanno gremito l'atrio del tribunale fin dalle 8.30 per il processo a porte chiuse per direttissima. Oltre ai portavoce tradizionali c'era anche il consigliere comunale Rolando. La convalida di Vaccaro, 56 anni, siciliano d'origine, ma torinese di residenza e olandese di domicilio, ha seguito un canovaccio consueto con variante sul tema. La principale è che l'indagato, difeso dall'avv. Eleonora De Pretto, ha risposto per iscritto alle domande del giudice perché era in digiuno ghandiano. Dunque, non ha parlato, se non quando, nell'apprendere che non potrà rimanere a Vicenza, ha detto che trasgredirà perché non condivide l'imposizione. Il tribunale vista la folta presenza dei pacifisti del Dal Molin era presidiato da numerosi carabinieri e poliziotti del reparto mobile. Con i consueti striscioni colorati, che sono stati portati anche all'interno del palazzo, i No Dal Molin hanno voluto far sentire la loro solidarietà al compagno che è stato arrestato mercoledì sera dai militari della Setaf. «Sono un attivista della nonviolenza e recupero gli scarti per mantenermi, vivendo con le offerte degli amici», ha precisato Vaccaro che al suo attivo ha già qualche irruzione in luoghi militari (veri). Infatti, definire adesso il Dal Molin un luogo militare è un po' forzato, visto che di militare non c'è un bel nulla, poiché sono in corso i lavori di costruzione della nuova base. Per ora è un grande cantiere dove si lavora a tappe forzate per realizzare il progetto prestabilito. Vaccaro dice di suonare il flauto e di essere un poeta. Ma soprattutto è un grande idealista. «Non accetto il foglio di via, ma andrò spontaneamente dalla figlia in Olanda per l'inverno», ha spiegato. Il processo per direttissima si concluderà tra due settimane.I.T.

adriana - 14/11/2009 - 21:19


NO TAV- Turi Vaccaro sfida da solo le forze dell’ordin​e!A 40 metri di altezza in cima ad un albero
Fonte:NOTAV.INFO

adriana - 5/8/2011 - 13:05



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org