Lingua   

A fare il soldato

anonimo
Lingua: Italiano



Una canzone contro il servizio militare, risalente a circa il 1860.

Triste mestiere quello del soldato: il cibo è scarso, niente comodità, la paga è poca e cosa peggiore: dover lasciare l’innamorata a casa.

Questo canto è probabilmente un riadattamento militare, come spesso accadeva, di una precedente canzone popolare, della quale rimane il ritornello, efficace comunque nell’esprimere il ritorno del pensiero del giovane soldato ai bei ricordi.
A fare il soldato che triste mestier
mangiar la pagnotta dormire al quartier

La paga l’è poca dormir non si può
lasciar la morosa ohi questo poi no.

Oh che bel fior
oh che bel fior
la stella comètta la ‘riva ai des ór

Oh che bel fior
oh che bel fior
la stella comètta la ‘riva ai des ór.

inviata da Riccardo Venturi


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org