Lingua   

Ricordando Nassirya

Gianni Siviero
Lingua: Italiano



Ti può interessare anche...

C’è di peggio
(Gianni Siviero)
Non mi scrivere più
(Gianni Siviero)
Il fabbricone
(Gianni Siviero)


2022
Nero a Pois Bianchi
nero
Un dispiacere sincero
ma non provo stupore
pensando a Nassirya
perché non posso capire
cosa davvero spinga
a imbracciare le armi
indossando costumi
in un orribile gioco

preparati e disposti
a morire o ammazzare
senza esserci costretti
come fosse un mestiere
caricare un fucile
impugnarlo ed usarlo
come fosse un badile
un trapano o un martello

dal fumo delle macerie
dallo stridio dei cingoli
dall’urlo delle sirene
non può nascere la pace
ma soltanto il silenzio
che accompagna la morte
dei corpi annientati
e il pianto dei vivi

dei vostri corpi tornati
distesi sugli scudi
coperti dalle bandiere
a una patria indifferente
che cinica consola
vedove e orfani tristi
appuntando medaglie
per i teleobbiettivi

inviata da Dq82 - 30/7/2022 - 17:32



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org