Lingua   

Rum and Coca Cola

Lord Invader
Lingua: Inglese

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

God Made Us All (Ode to the Negro Race)
(Lord Invader)


Musica di Lionel Belasco (sulla base di una musica popolare), parole di Ruper Grant (Lord Invader), 1943.

Durante da seconda guerra mondiale, le isole della Martinica (inclusa Trinidad, in cui è ambientata la canzone) furono occupate da truppe americane, per difenderle da eventuali incursioni tedesche.

L'arrivo di giovani con belle divise, automobili, sigarette, valuta americana mise in crisi i giovani locali, messi assai peggio quanto a vestiti, aspetto, soldi e glamour, che si videro di colpo snobbati dalle ragazze locali. La canzone parla appunto degli effetti disgregatori sulla comunità locale questa concorrenza (fra cui il dilagare della prostituzione), simile a quella che portò alla ribellione dei giovani australiani nella celebre Battaglia di Brisbane (Oltretutto senza la componente razziale presente in quel caso, visto che in questo caso i giovani locali erano neri come gran parte degli occupanti americani).

Una versione edulcorata della canzone fu resa popolare mel 1945 dalle Andrew Sisters, probabilmente disattente al senso delle parole e irrispettose dei veri autori (che dovettero ricorrere al tribunale per vedersi riconosciuti almeno in parte i diritti d'autore).
Professor Longhair ne ha poi fatto stupende versioni strumentali al piano.
And when de Yankeys first went to Trinidad,
Some ah de young girls Were more than glad,
Deh said that de Yankeys treat dem Nice
and deh give dem the better Price.

Deh buy rum and coca-cola, went Down Point Cumana,
Both mothers and daughters,
workin Fuh deh yankey dollar.

And look, I had ah little chick De odda day,
But her mother came and took her Away,
Ah self and her mother and her sisters
Went tuh make out with some soldiers.

Deh bought rum and coca-cola, went Down Point Cumana, Both mothers and daughters,
workin Fuh deh yankey dollar.

Deh have some Aristos in Port Of Spain
I know alot but ah won't call names,
and in the day wouldn't gih you a right
But yuh go see dem with deh foreigners late at night.

Drinkin rum and coco-cola, goin down Point Cumana,
Both mothers and daughters,
workin Fuh deh yankey dollar.

I know a couple who got married one Afternoon,
An was tuh go tuh Miami on deh Honey- Moon,
But de bride run away, with de soldier Lad
and de stupid husband went starin Mad.

Because rum and coco-cola, goin down Point Cumana.
Both mothers and daughters,
workin Fuh deh yankey dollar.

inviata da Piersante Sestini - 23/8/2019 - 01:48



Lingua: Italiano

a quando gli Yankee sono arrivati a Trinidad,
Alcune delle ragazze sono più che contente,
Dicono che gli Yankee le trattano bene
e che danno loro un prezzo migliore.

Hanno comprato rum and coca-cola,
sono scesi a Point Cumana,
sia le madri che le figlie,
lavorando per i dollari yankee.

E guarda, l'altro giorno ero con una ragazzina,
ma è arrivata sua madre e se l'è portata via,
e lei, sua madre e le sue sorelle
sono uscite a pomiciare con dei soldati.

Hanno portato rum and coca-cola,
sono scesi a Point Cumana,
sia le madri che le figlie,
lavorando per i dollari yankee.


Ci sono alcune aristocratiche a Port of Spain
ne conosco molte ma non farò nomi,
durante il giorno non ti danno nessuna confidenza
ma poi la notte tardi le vedi con gli stranieri.

Bevendo rum and coca-cola,
scendendo a Point Cumana,
sia le madri che le figlie,
lavorando per i dollari yankee.

Conosco una coppia che si è sposata un pomeriggio,
e stava per partire per Miami in luna di miele,
ma la sposa è scappata con un soldatino
e lo stupido marito ne è uscito completamente pazzo

A causa di rum e coco-cola, scendendo a Point Cumana.
sia le madri che le figlie,
lavorando per i dollari yankee.

inviata da piersante sestini - 23/8/2019 - 19:02


qualche altra notizia sulla occupazione americana di trinidad e le dinamiche sessuali innescate nell'isola

https://books.google.it/books?id=5RoxK...

piersante sestini - 23/8/2019 - 19:04



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org