Lingua   

Bound for Botany Bay

anonimo
Lingua: Inglese

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

Senza frontiere
(Pooh)
Migranti
(Enzo Iacchetti)
Another Imperial Day
(New Model Army)


Ballata popolare sul trasporto dei detenuti “Bound for Botany Bay”, conosciuta semplicemente come “Botany Bay” è entrata nella tradizione popolare australiana pur essendo stata scritta nel 1885 a Londra come parte di una commedia musicale dal titolo ‘Little Jack Shepherd’, rappresentata l’anno successivo anche a Melbourne. In realtà i trasporti dei detenuti nelle colonie penali del Nuovo Galles del Sud erano stati interrotti nel 1820 e quelli per la Tasmania nel 1856, ma la ballata riprende la letteratura inglese dei broadsides precedenti in cui la vaga destinazione era conosciuta come Botany Bay.

Vista della baia agli inizi dell’Ottocento
Vista della baia agli inizi dell’Ottocento


Più in generale si rileva una inversione di tendenza culturale a partire dal 1840 che riflette una visione più aderente al nuovo clima dell’illuminismo: le punizioni sommarie e brutali vengono considerate incivili e inumane, mentre prima per reati di entità minore, come piccoli furti, spergiuro, frode e ricettazione, bracconaggio, si era passibili di deportazione da 7 a 14 anni o anche a vita (come per dissidenti politici o sindacalisti) !
La canzone è stata scritta nel 1885 da Henry Pottinger Stephens e William Yardley, con una vecchia melodia arrangiata da Wilhelm Meyer Lutz. A rigor di logica non una vera a propria “transportation song” anche se in realtà riprende in gran parte il testo dalla ballata dal titolo “Judges and Juries” o “Farewell to your judges and juries” (Here’s Adieu to All Judges and Juries). L’autore del musical ci aggiunge il ritornello “too-ral, li-ooral, li-addity” e una melodia più allegra completamente in contrasto con il tono disperato della versione originale. La melodia richiama quella irlandese di “Mush, mush”
In Australia la canzone è diventata estremamente popolare, una classica canzone da pub cantata immancabilmente anche dal pubblico.
Terre celtiche
Farewell to old England for ever,
Farewell to my rum coes as well,
Farewell to the well-known Old Bailey
Where I used for to cut such a swell.

Singing too-ral, li-ooral, li-addity,
too-ral, li-ooral, li-ay,
too-ral, li-ooral, li-addity,
And we’re bound for Botany Bay.


There’s the captain as is our commander,
There’s the bo’sun and all the ship’s crew,
There’s the first- and the second-class passengers,
Knows what we poor convicts go through.

‘Taint leaving old England we cares about,
‘Taint cos we mis-spells what we knows,
But because all we light-fingered gentry
Hops around with a log on our toes.

For seven long years I’ll be staying here,
For seven long years and a day;
For meeting a cove in an area,
And taking his ticker away.

Oh, had I the wings of a turtle-dove,
I’d soar on my pinions so high,
Straight back to the arms of my Polly love,
And in her sweet presence I’d die.

Now all my young Dookies and Duchesses,
Take warning from what I’ve to say:
Mind all is your own as you toucheses
Or you’ll find us in Botany Bay.

inviata da Cattia Salto - 26/3/2018 - 10:46



Lingua: Italiano

Versione italiana di Cattia Salto
IN PARTENZA PER BOTANY BAY

Addio alla vecchia Inghilterra,
addio per sempre, addio anche ai miei compagni (1) di bevute,
addio alla nota “Old Bailey”,
dove cercavo di fare buona impressione (2)

Cantate too-ral, li-ooral, li-addity,
too-ral, li-ooral, li-ay,
too-ral, li-ooral, li-addity
siamo deportati a Botany Bay


C’è il capitano che è il nostro comandante,
c’è il nostromo e tutta la ciurma della nave,
ci sono i passeggeri della prima e della seconda classe,
sanno a cosa noi poveri detenuti andiamo incontro.

Non è che ci preoccupa lasciare la vecchia Inghilterra
non è perchè sbagliamo a scrivere quello che sappiamo,
ma è perchè tutti noi gentiluomini lesti-di-mano
andiamo con i ceppi ai piedi

Per sette lunghi anni resterò qui,
per sette lunghi anni e un giorno,
per aver incontrato un tizio in un posto e avergli preso il suo orologio

Se avessi le ali di una colomba,
mi piacerebbe salire in alto sui pignoni,
per tornare tra le braccia della mia amata Polly
e morire al suo dolce cospetto

Ora voi tutti giovanotti e damigelle (3)
fate attenzione a quello che ho da dirvi ricordatelo bene quando andate a segno (4),
oppure ci troverete a Botany Bay
(1) scritto anche come culls letteralmente “scarti di rum” ma il suo significato colloquiale è “drinking companions”.
(2) A swell si dice di persona ben vestita. “To cut a swell” = to make a good impression.
(3) letteralmente duchi e duchesse
(4) il verbo touch in questo contesto si riferisce al furto con destrezza

inviata da Cattia Salto - 26/3/2018 - 10:51



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org