Lingua   

Individuare il nemico da battere

Collettivo del Contropotere
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Anche lo Stato
(Collettivo del Contropotere)
Se da diecimila anni
(Collettivo del Contropotere)
Il nostro maggio
(Collettivo del Contropotere)


[1976]
L'estate dei poveri
Dal foglio ciclostilato allegato alla musicassetta de "L'estate dei poveri".
Riprodotto da "La musica dell'altra Italia".
"Cantare, Anarchia, Lottare"
(Canzoniere anarchico e libertario
Da Pietro Gori a Léo Ferré, pp. 40-42)

Questo secondo brano dell' "Estate dei poveri" (si ricorda che nell'album i brani non hanno titolo, ma si susseguono uno dopo l'altro senza soluzione di continuità; il titolo è dunque nostro e arbitrario) è una vera e propria esposizione di programma politico e di lotta.

L'estate dei poveri


estapov


"Dello stesso lavoro pubbichiamo anche due canzoni che seguono, senza titolo nel disco, impostate come tutt'uno in continuità."

- Cantare, Anarchia Lottare. Canzoniere anarchico e libertario da Pietro Gori a Léo Ferré, p. 42. Edizioni La Fiaccola, a cura del Gruppo Anarchico di Ragusa, 1986. Collana "Anteo - La Rivolta", n° 23.

- Il nostro maggio
- Individuare il nemico da battere
- Se da diecimila anni
- Andare avanti sempre
- Vi canteremo la favola
- Coi comunisti nel governo
- Anche lo Stato
- E allora sai
- Ma non riusciranno
- Avanza senza sosta
- Dove nel maggio splendono
Individuare il nemico da battere,
eliminare gli eccessi di violenza,
preparare già nel corso della lotta
la coscienza di una nuova resistenza.

Costruire senza sosta gli organismi
del nuovo comunismo libertario,
espropriare le terre, le fabbriche, le cave,
le officine e le miniere.

Organizzare armare gli operai,
costruire la nuova produzione,
dare tutto quanto ciò che possedeva
il padrone agli operai,

Formare la coscienza nuova
che bisognerà impegnarsi,
che da questo nostro impegno singolare
nasce un contropotere.

Preparare la difesa del lavoro,
delle conquiste della rivoluzione,
bloccare le numerose mani nere
che intendono strozzarla,

Avanzare senza pause nel processo
dell'edificazione libertaria;
è un nuovo mondo che nasce
da questa rivoluzione proletaria.

Abbattere lo stato e i suoi servi,
l'apparato di difesa dei padroni,
conquistare in ogni giorno con l'impegno
la misura delle proprie condizioni nuove.

Dare il massimo impulso
alle nuove creazioni popolari,
fondare, costruire, avanzare, organizzare,
dare tutto il meglio di noi stessi...

inviata da Riccardo Venturi - 9/1/2014 - 19:06



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org