Lingua   

Nailing Descartes to the Wall / (Liquid) Meat Is Still Murder

Propagandhi
Lingua: Inglese



I speak outside what is recognized as the border between “reason” and “insanity”. But I consider it a measure of my humanity to be written off by the living graves of a billion murdered lives. And I’m not ashamed of my recurring dreams about me and a gun and a different species (hint: starts with “h” and rhymes with “Neuman’s”) of carnage strewn about the stockyards, the factories and farms. Still I know as well as anyone that it does less good than harm to be this honest with a conscience eased by lies. But you cannot deny that meat is still murder. Dairy is still rape. And I’m still as stupid as anyone, but I know my mistakes. I have recognized one form of oppression, now I recognize the rest. And life’s too short to make another’s shorter-(animal liberation now!).

inviata da 'Mpari Pè - 1/5/2012 - 12:37



Lingua: Italiano

Inchiodare al muro *Cartesio / *La carne (liquida) *è ancora assassinio

Parlo oltre quello che viene considerato il confine tra “ragione” e “follia”. Ma considero una misura della mia umanità il non essere più annoverato *tra le tombe viventi di un miliardo di vite ammazzate. E non mi vergogno dei miei sogni ricorrenti, in cui con la pistola propago un altro genere di mattanza (*vi do un indizio: inizia per “h” e fa rima con “Neuman's”) nei recinti, negli allevamenti di bestiame e nelle aziende agricole. Eppure lo so bene, come tutti, che essere così onesto, con una coscienza libera dalle bugie, fa più male che bene. Ma non puoi negare che la carne è ancora assassinio. La mungitura è ancora *stupro. E io sono ancora stupido come chiunque altro, ma sono consapevole dei miei errori. Ho riconosciuto una forma di oppressione, adesso riconosco le altre. La vita è troppo breve per rendere ancor più breve quella di qualcun altro – (liberazione animale subito!).


* Renato Cartesio (Renè Descartes) filosofo e matematico francese indrodusse il concetto di anima come equivalente della coscienza e teorizzò che solo gli essere umani ne sono dotati. Nel suo sistema tuttò ciò che non fosse uomo non può possedere nè l'anima e nè la coscienza, gli Animali quindi erano per lui considerati alla stregua di semplice macchine che non potevano assolutamente fare esperienze di dolore. Per Descartes, nel caso in cui un animale mostrasse segni di sofferenza, in realtà la sua rappresenterebbe una mera reazione meccanica simile a quando si toccano le molle di un orologio in funzione. Il suo pensiero diede ancor di più giustificazioni a chi volesse infliggere torture inutili agli animali, come appunto inchiodare dei cani senza anestesia nei muri o nelle tavole.
* Il latte, i latticini, le uova e volendo anche tutti i prodotti delle api possono essere considerati “carne liquida” dato che sono comunque un prodotto derivato dal sangue degli animali elaborato dalle cellule di particolare ghiandole (mammarie, ovarie, salivari, ecc.).
Ad esempio una mucca per fare un ml di latte vaccino, “elabora” circa 400 ml del suo sangue.

* “è ancora assassinio” perchè gli animali sono sempre e comunque sfruttati fino alla morte e considerati macchine biologiche e non essere senzienti, allevamenti bio compresi.

* Citazione da una poesia attribuita a George Bernard Shaw: “Noi siamo le tombe viventi di bestie assassinate per soddisfare i nostri appetiti”.

* “H-uman's”, quindi: mattanza di esseri umani.

* I prodotti caseari sono una violenza per il fatto che la mucca, la pecora, o la qualsiasi altra femmina di mammifero da “reddito” viene ingravidata artificialmente allo scopo di innescare i meccanismi fisiologici che la porteranno, alla nascita del cucciolo, a produrre il latte. Nessun mammifero in natura produce il latte per gli interessi dell'uomo, lo producono tutti esclusivamente per dare un primo nutrimento alla propria prole, prole che negli allevamenti non potrà mai avere un contatto naturale con la madre e che verrà destinata anch'essa alla morte.

inviata da Zero Konfini - 8/7/2012 - 14:08



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org