Lingua   

Spostamenti di massa

Ultimavera
Lingua: Italiano



Famiglia in rovina chiudete la porta
Visione distorta elettricità
L’orgoglio è la forza che porta la guerra
Potenza e controllo non mancano ma
Un piatto si spacca sul muro
Silenzio di tomba non fiata nessuno
Gerarchico torna il silenzio
Lo spazio dà un senso ti tranquillità
Abbiate fede e la fede vi salverà
Abbiate fame e la fame vi ucciderà
Abbiate grasso ed avrete obesità
Non siate massa sarete normalità
Rumori ovattati tragedia finita
Ritorna la vita la normalità
Meccaniche scuse difese ad oltranza
Si finge la gioia si piange per ansia
Rinchiuso nel bagno ricerco il sorriso
Si infrange allo specchio un ghigno
appuntito
Abbiate fede e la fede vi salverà
Abbiate fame e la fame vi ucciderà
Abbiate grasso ed avrete obesità
Non siate massa sarete normalità
Non smise di parlare il podestà e subito
buttarono volantini:
nel centro commerciale grandi sconti e
spazio ludico per i bambini
Allora tutti sulle proprie auto per l’esodo
e lo sconto alimentare
Non siate pecorelle in mezzo al prato o
vittime di un male occidentale.

inviata da DonQuijote82 - 26/7/2010 - 17:29



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org