Lingua   

Lindbergh

Woody Guthrie
Lingua: Inglese


Ti può interessare anche...

The Strange Death of John Doe
(Almanac Singers)
Ludlow Massacre
(Woody Guthrie)
All I Want
(Almanac Singers)


Charles LindberghIl celeberrimo aviatore americano Charles A. Lindbergh, protagonista nel 1927 della prima traversata in aereo senza scalo dell'Oceano Atlantico sullo "Spirit Of St. Louis", fu anche un fervente ammiratore di Hitler e del nazismo.

LINDBERGH E HITLER (da Wikipedia)

Su invito dell'esercito americano, Lindbergh si reca in Germania per raccogliere informazioni sugli sviluppi dell'aviazione nazista; a tale scopo compie ripetute visite fra il 1936 ed il 1939. Assiste alle Olimpiadi di Berlino, che si svolgono alla presenza di Adolf Hitler, e più tardi scriverà di Hitler ad un amico: "È sicuramente un grand'uomo, e credo che abbia fatto molto per il popolo tedesco".

Nell'ottobre del 1938, la Croce di Servizio dell'Ordine dell'Aquila - un medaglione d'oro con quattro piccole svastiche, concesso agli stranieri per servizi prestati al Terzo Reich - viene offerta a Lindbergh, per ordine del Führer, dal Maresciallo dell'Aria Hermann Göring durante una cena all'ambasciata americana di Berlino. Nel 1939 al suo ritorno negli Stati Uniti, entra in servizio attivo come colonnello nell'aviazione militare americana.

Nella primavera del 1940, alla Yale University viene fondato l'America First Comitee per contrastare la linea interventista di Franklin Delano Roosevelt e promuovere l'isolazionismo; in ottobre Lindbergh, a Yale, parla a tremila persone chiedendo che l'America "riconosca le nuove potenze europee" e dichiarando che "la razza ebraica" è tra coloro che con più forza ed efficacia spingono gli Stati Uniti, "per ragioni che non sono americane", verso l'intervento nella guerra. La moglie Anne Morrow Lindbergh pubblica il suo terzo libro, The Wave of the Future, definito dall'allora Ministro degli Interni Harold Ickes "la Bibbia di ogni nazista americano".

Invitato da Roosevelt a restituire la decorazione nazista, rifiuta, definendola "una inutile offesa alla leadership tedesca". Il presidente mette in dubbio apertamente la sua lealtà e ciò spinge Lindbergh a presentare le dimissioni da colonnello al Ministro della Guerra. Parla ancora a vasti pubblici contro l'intervento americano nella guerra europea fino al dicembre del 1941, quando in seguito all'attacco giapponese a Pearl Harbor, gli Stati Uniti dichiarano guerra all'Impero giapponese. Pochi giorni dopo la Germania dichiara guerra agli Usa seguita dall'Italia. Nel gennaio del 1942 si reca a Washington per cercare di farsi reinserire nell'aeronautica militare, ma l'amministrazione americana e la stampa lo osteggiano, e Roosevelt dice di no. Falliscono anche diversi tentativi di trovare lavoro nell'industria aeronautica fino alla primavera del 1942, quando, con l'approvazione del governo, diventa consulente al programma di sviluppo dei bombardieri della Ford.

Nel romanzo Il Complotto contro l'America (2004), Philip Roth immagina una storia alternativa in cui Lindbergh sconfigge Franklin Delano Roosevelt nelle elezioni del 1940 e diventa Presidente degli Stati Uniti portando il paese, dietro una neutralità di facciata, all'alleanza con la Germania Nazista.

È singolare sottolineare, inserendo tra le Canzoni contro la guerra questa canzone di Woody Guthrie (ripresa da questa pagina che contiene i necessari riferimenti ai personaggi), che la retorica di Lindbergh nella sua battaglia contro Roosevelt era volta a presentare il presidente come un "guerrafondaio", mentre "America First" avrebbe "difeso gli interessi dell'America e garantito la pace". Giustamente Guthrie risponde

They say "America First," but they mean "America Next!"
Mister Charlie Lindbergh, he flew to old Berlin,
Got 'im a big Iron Cross, and he flew right back again
To Washington, Washington.

Missus Charlie Lindbergh, she come dressed in red,
Said: "I'd like to sleep in that pretty White House bed
In Washington, Washington."

Lindy said to Annie: "We'll get there by and by,
But we'll have to split the bed up with Wheeler, Clark, and Nye
In Washington, Washington."

Hitler wrote to Lindy, said "Do your very worst,"

Lindy started an outfit that he called America First
In Washington, Washington.

All around the country, Lindbergh he did fly,
Gasoline was paid for by Hoover, Clark, and Nye
In Washington, Washington.

Lindy said to Hoover: "We'll do the same as France:
Make a deal with Hitler, and then we'll get our chance
In Washington, Washington

Then they had a meetin', and all the Firsters come,
Come on a-walkin', they come on a-runnin',
In Washington, Washington

Yonder comes Father Coughlin, wearin' the silver chain,
Cash on his stomach and Hitler on the brain.
In Washington, Washington

Mister John L. Lewis would sit and straddle a fence,
His daughter signed with Lindbergh, and we ain't seen her since
In Washington, Washington

Hitler said to Lindy: "Stall 'em all you can,
Gonna bomb Pearl Harbor with the help of old Japan."
In Washington, Washington

Then on a December mornin', the bombs come from Japan,
Wake Island and Pearl Harbor, kill fifteen hundred men.
Washington, Washington

Now Lindy tried to join the army, but they wouldn't let 'im in,
'Fraid he'd sell to Hitler a few more million men.
In Washington, Washington

So I'm a gonna tell you people: If Hitler's gonna be beat,
The common workin' people has got to take the seat
In Washington, Washington.

And I'm gonna tell you workers, 'fore you cash in your checks:
They say "America First," but they mean "America Next!"
In Washington, Washington.

inviata da Lorenzo Masetti - 4/12/2005 - 18:18



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org