Lingua   

Giroflée Girofla

Rosa Holt
Lingua: Inglese

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

Io sono un generale
(I Gufi)
Il Mangiabandiere
(Nobraino)
Giroflé Girofla
(Rosalie Dubois)


[1935]
Paroles et musique: Rosa Holt
Testo e musica: Rosa Holt

Rosa Holt, ebrea tedesca rifugiata in Francia, scrisse nel 1935 questa famosissima canzone che denuncia l'atrocità della guerra al momento dell'arrivo di Hitler al potere. E' anche una canzone contro ogni sciovinismo e contro l'intruppamento della gioventù negli eserciti che di lì a poco si sarebbero combattuti nella più grande carneficina della storia.
Que tu as la maison douce
Giroflée Girofla
L'herbe y croît, les fleurs y poussent
Le printemps est là.
Dans la nuit qui devient rousse
Giroflée Girofla
L'avion la brûlera.

Que tu as de beaux champs d'orge
Giroflée Girofla
Ton grenier de fruits regorge
L'abondance est là.
Entends-tu souffler la forge
Giroflée Girofla
L' canon les fauchera.

Que tu as de belles filles
Giroflée Girofla
Dans leurs yeux où la joie brille
L'amour descendra.
Dans la plaine on se fusille
Giroflée Girofla
L' soldat les violera.

Que tes fils sont forts et tendres
Giroflée Girofla
Ca fait plaisir d' les entendre
A qui chantera.
Dans huit jours on va t' les prendre
Giroflée Girofla
L' corbeau les mangera.

Tant qu'y aura des militaires
Soit ton fils soit le mien
Y n' pourra y avoir sur terre
Pas grand-chose de bien.
On te tuera pour te faire taire
Par derrière comme un chien
Et tout ça pour rien.

inviata da Riccardo Venturi



Lingua: Italiano

Versione italiana di Riccardo Venturi (2004)
GIROFLI' GIROFLA'

Com'è bella la tua casa,
giroflì, giroflà,
l'erba ci cresce, ci spuntano i fiori,
la primavera è là.
Nella notte che s'arrossa
giroflì, giroflà,
l'aeroplano la brucerà.

E che bei campi d'orzo,
giroflì, giroflà,
il granaio è colmo di frutti,
e l'abbondanza è là.
La senti soffiar la forgia,
giroflì, giroflà,
il cannone li falcerà.

E che belle figlie hai,
giroflì, giroflà,
nei loro occhi ove splende la gioia
l'amore discenderà.
Nella piana dove si fucila
il soldato le stuprerà.

E che figli teneri e forti,
giroflì, giroflà,
fa piacere starli a sentire
per chi canterà.
Fra otto giorni li prenderanno,
giroflì, giroflà,
e il corvo li mangerà.

Finché ci saran militari,
sia tuo figlio, sia il mio,
non ci potrà esser sulla terra
mai granché di bene.
Ti ammazzeranno per farti star zitto,
alle spalle, come un cane;
e tutto questo per niente.


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org