Lingua   

Soldadim catrapim

António Pedro Braga
Lingua: Portoghese

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

Venham mais cinco
(José "Zeca" Afonso)
Vejam bem
(José "Zeca" Afonso)
Ronda dos paisanos
(José "Zeca" Afonso)


[1970]
Música / Musica: A. P. Braga
Letra / Testo: Carlos Rodrigues
António Pedro Braga - 1970 (Movieplay SON 100.008)
apbragadisco

António Pedro Braga.
António Pedro Braga.

Nato a Vendas Novas, António Pedro Braga fu, durante gli ultimi anni della dittatura fascista portoghese, un cantautore impegnato i cui spettacoli a fianco di cantautori come José Afonso, Adriano Correia de Oliveira e altri, furono più incisive nell'ambiente studentesco e delle associazioni ricreative del centro e del sud del Paese. Si è dedicato anche al teatro ("O racismo não existe").
In quel periodo incise due dischi (sottoposti a censura); nel primo di essi, dalla quale è tratta anche questa canzone, si trova un'intepretazione della canzone di Luis Cília, "O menino negro não entrou na roda" (lato A, traccia 2). Attualmente António Pedro Braga è tecnico informatico. [CCG/AWS Staff]
Que linda menina, que vem de avental,
Criadinha linda tem o general.
Que lindo mancebo, de bota engraxada,
Que olhos que deita à linda criada.

Ai soldado, soldadim, catrapim !
Minha mão não te dou não, catrapão !
Não te dou deste meu peito
A dor do meu coração.

Que lindo navio, no cais a aprontar,
Adeus soldadinho, que não vais voltar.
Que linda menina, no cais a chorar,
Adeus soldadinho, que não vais voltar.

Ai soldado, soldadim, catrapim !
Minha mão não te dou não, catrapão !
Não te dou deste meu peito
A dor do meu coração.

inviata da Riccardo Venturi - 26/3/2009 - 01:53



Lingua: Italiano

Versione italiana di Riccardo Venturi
26 marzo 2009
SOLDATINO PUM-PUM

Che bella bambina che arriva col grembiule,
che bella servetta che ha il generale.
E che bel giovanotto con gli stivali lucidi,
Che sguardi che lancia alla bella servetta.

Ahi, soldato, soldatino, pum pum!
La mia mano non te la do no, pom pom!
Non te lo darò, questo mio petto,
al dolore del mio cuore.

Che bella nave sul molo, già pronta a salpare,
addio, soldatino, ché non tornerai più.
Che bella bambina ora piange sul molo,
addio, soldatino, ché non tornerai più.

Ahi, soldato, soldatino, pum pum!
La mia mano non te la do no, pom pom!
Non te lo darò, questo mio petto,
al dolore del mio cuore.

26/3/2009 - 12:45



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org