Lingua   

Spauràz

Nosisà
Lingua: Friulano

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

Lo spaventapasseri
(Janna Carioli)
Mé, Pék e Barba: Filastrocca
(GLI EXTRA DELLE CCG / AWS EXTRAS / LES EXTRAS DES CCG)


[1997]
[Paolo Mattotti-Janna Carioli-Gianluca Zanier]
Album: Albe

Albe

E la pace c’è sempre bisogno di cantarla. Finita una guerra ne comincia un’altra. Nasce così questa canzone “per tutte le stagioni” che prima è stata cantata in italiano, e diversi anni più tardi, è stata tradotta in friulano da Paolo Mattotti, autore della musica che la canta ancora nei suoi concerti.

Janna Carioli, dal suo sito. Si veda la versione italiana: Lo spaventapasseri.
Ti aj dite di no sta là cun la mari de la uère
l'arme ca ti an dat e va plantade ta la tière
l'é di len tant bon cal podarà cressi un ulîf
quanc'al sflorirà si tu saras ancjmo vif

Ti aj dite di butale la divise ca ti an dât
e val di pui tal cjamp co vin cumò tan ben arât
parsòre a un pal a viesti cun tal cjapel in man
scjàmparan i ucei e'l forment no mangjaran

El spauràz al val di plui d'un general
al pararà il to pan e il to cjamp di ogni mal
el general al sa piantà nome dolôr
parsore al nestri cjamp ne cres plui
nancje un flor

inviata da Paolo Sollier



Lingua: Italiano

Versione italiana fornita da Paolo Sollier
LO SPAVENTAPASSERI

Ti ho detto di non andare coi signori della guerra
l'arma che ti han dato puoi piantarla nella terra
è di legno buono potrà crescere un ulivo
quando fiorirà sarai di certo ancora vivo

Ti ho detto di gettare la divisa che ti han dato
servirà di più nel campo appena arato
sopra ad un palo metterla con un cappello in mano
scaccerà gli uccelli che non mangeranno il grano

Lo spaventapasseri val più di un generale
difenderà il tuo pane e il tuo campo da ogni male
il generale invece sa piantare solo dolore
e sopra i nostri campi non ci nasce
neanche un fiore


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org