Lingua   

La ballata dei quattro elementi

Carmelo Longo
Lingua: Italiano



A me sembra abbastanza carina.. Una canzone che calza a pennello con il nostro delicato periodo storico.
Si può ascoltare su myspace
Quante volte ho cercato io di trovare un senso al ruggire dei cannoni e poi all'odio nei cuori
Quanti figli di belle speranze e di lieto vivere devono rendere l'anima per poter capire

Figli siamo della stessa terra che si presta per raccoglier grano d oro da donare a tutti quelli che io chiamo fratelli frutto dello stesso dono
dono che non avrà un ritorno perciò cosi prezioso prezioso come l acqua e il pane dono da coltivare insieme nei boschi della pace agli occhi di chi spara e tace

Quante volte ho cercato anch'io di trovare un senso alle logiche che spingono due simili ad odiarsi
Quante fonti d'acqua limpida utili per vivere devono portare il sangue a valle per poter capire

Figli siamo della stessa acqua che si presta a irrigare il grano d'oro e purificare il corpo scacciare via la sete lavare gli occhi e un pianto amaro
Pianto di un bimbo che ora dorme nel cuore della mamma frutto di un immenso dono dono da bere via in un fiato nel mare della pace agli occhi di spara e tace

Quante strade ho percorso io per trovare risposte a determinate regole da natura non disposte
Quale mondo i nostri i vostri figli anime innocenti piangeranno e disconosceranno per poter capire

Figli siamo della stessa aria che si presta a rallegrare il grano d'oro ed a consolare il fiore di un albero ferito frutto di un immenso dono
dono che non avrà un ritorno perciò cosi prezioso prezioso come il sole o il vento dono da respirare insieme in un mondo di pace agli occhi di chi spara e tace

Quante strade ho percorso anch'io tra i fiumi i mari e i monti per vedere questa umanità relegata sotto ai ponti
quante lacrime miste al sudore colme di amarezza solcheranno in fondo ai nostri volti per poter capire

Figli siamo dello stesso fuoco che si presta a rianimare il grano d'oro che trasformeremo in pane e al suono di campane doneremo l acqua pura
dono per chi non ha paura di gridare all'aria la terra mai sarà più rossa e danzando intorno a un fuoco sprigioneremo pace agli occhi di chi spara e tace
e adesso più nessuno tace....

inviata da Davide Petrussi - 7/1/2009 - 10:10



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org