Lingua   

La guerra

Sergio Endrigo
Lingua: Italiano

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

La Geste de Sarajevo
(Tri Yann)
Vinícius de Moraes: Rancho das Flores
(GLI EXTRA DELLE CCG / AWS EXTRAS / LES EXTRAS DES CCG)
Fare festa
(Sergio Endrigo)


[1963]
Testo e musica di Sergio Endrigo

send


“La guerra” è una canzone contro le guerre organizzate. Io sono contro la guerra, però la guerra contro Hitler mi sembra fosse più che legittima. Ricordo l’enciclica di Paolo VI “populorum progressio” diceva finalmente che non si possono condannare quelli che sono tormentati, soffrono e si ribellano. Le guerre organizzate coi carri armati e la bomba atomica no, ma certe rivolte possono essere utili a superare problemi di sottomissione.

La legittimità della ribellione in quei casi non è in discussione. Si tratta però di vedere se, a parità di efficacia, si impara a gestire le lotte e i conflitti nel modo meno distruttivo possibile. Il metodo nonviolento cerca di ottenere questo risultato lavorando sulla parte positiva che è in ogni essere umano, come mi pare ben detto in “La voce dell’uomo”: “…anche quando è violenta e uccide il fratello/ la voce dell’uomo quando parlo mi risponde”.

Intervista a Sergio Endrigo

Risulta disponibile su CD la versione live di questo brano - risalente all'ottobre 2001 - cantata dal gruppo degli Acquaragia Drom al Premio Tenco di quell'anno, ove l'annuale Rassegna della Canzone d'Autore fu proprio dedicata ad Endrigo.
Questo imponente album-tributo ad Endrigo, che poi è uno dei cosiddetti e benemeriti "dischi del Tenco", si chiama Canzoni per Te (Alabianca, 2002).
beccaro3


(Alberta Beccaro - Venezia)

Dicono
che domani ci sarà la guerra
e domani sotto la tua casa
sfileranno cento baschi neri
e i tuoi occhi rotondi
mi cercheranno

Ti hanno detto di aspettarmi
senza fare tante storie
e chi scriverà la storia
non parlerà di te

Dicono
che domani ci sarà la guerra
siamo nati, nati per soffrire
solo questo mi han saputo dire
solo questo mi hanno detto
per consolarmi

Mi hanno detto di lasciarti
senza fare tante storie
e chi scriverà la storia
non parlerà di te

Dicono
che domani ci sarà la guerra
tornerete carichi di gloria
solo questo mi ha detto il generale
e mi ha stretto una mano
senza guardarmi

Mi hanno detto di morire
senza fare tante storie
e chi scriverà la storia
non parlerà di noi

Dicono
che domani ci sarà la guerra
e domani sotto la tua casa
torneranno cento baschi neri
e i tuoi occhi rotondi
mi piangeranno.


Lingua: Inglese

English Version by Riccardo Venturi
February 3, 2006
WAR

I was told
that tomorrow there’ll be the war.
We were born, were born to suffer
it’s the only thing they told me
it’s the only thing they told me
to relieve me

I was told to leave you
without protesting too much
and they who write history
will say nothing about you

I was told
that tomorrow there’ll be the war.
You will come back loaded with glory,
it’s the only thing the general told me
then he shook my hand without
even looking at me

And I was told to die
without protesting too much
and they who write history
will say nothing about us

I was told
that tomorrow there’ll be the war.
And tomorrow, under your windows
thousands of black berets will parade
and your round deep eyes
will weep thinking of me.

3/2/2006 - 17:10


Una bella versione live di questo brano è contenuta all'interno dell'album dal vivo "L'arca di Noè", del 1970, ristampato dalla Warner in formato CD appena nel 2003:

http://www.sergioendrigo.it/Discografi...

Alberta Beccaro - 6/1/2008 - 01:41



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org