Lingua   

Song for Sudan

anonimo
Lingua: Inglese

Lista delle versioni e commenti



Testo trovato qui.
Ignoro chi ne sia l'autore.
I asked her to tell me her story
she started by looking away
gazing back into that darkness when she knelt to pray.
the planes dropped the bombs before daybreak -
the Janjaweed stormed with the dawn.
those who could fled to the forest to hide till they'd gone.

returning to ruins by moonlight
she found she was orphaned and then
there they began their exodus out of Sudan.
her husband, Ali, gently warned her
"if worse comes, don't try to save me."
you must survive with the children, so hide quietly.

the next day the Janjaweed raiders
caught up and took all of the men
she watched herself widowed
while guarding their sleeping children
then into the infinite star skies

through storming sands
they crossed into Chad from Sudan (bridge)
his love for her kept her running
while her love for him kept her calm
smiling when she says his name.
like a prayer for Sudan.

now as i write you her story
magboula rocks under the tree
no food for the child she cradles
staring at me.

what will it take to remember
what we said we'd never forget.
never again, is now, once again in Sudan.
never again, is now, once again in Sudan.
like a prayer for Sudan

[bamanankan background vocals]
let's pray to get out of the dark.
some people made a plan and dropped a bomb.
let's take the children and run away.
mother and children took flight
woman gets scared by a lot of bad things.
woman, let's hid your children.
fighting, fighting, stop fighting, stop fighting.
people get up from sleeping
oh Sudan, Sudan it will never happen again
god will not make it happen again
it will never happen again
let's pray for Sudan
never happen again
stop fighting stop fighting fighting ruins everything.

inviata da Alessandro - 15/7/2008 - 10:19



Lingua: Italiano

Versione italiana di Kiocciolina
CANZONE PER IL SUDAN

Le chiesi di raccontarmi la sua storia
Cominciò distogliendo lo sguardo
Riguardando in quell'oscurità, qunado si inginocchiò a pregare.
Gli aerei sganciavano le bombe prima dell'irrompere del giorno -
I Janjaweed* assaltavano all'alba.
Coloro che riuscivano scappavano nella foresta per nascondersi finché non se ne fossero andati.

Ritornando alle rovine alla luce della luna
Scoprì di essere orfana e allora
Lì cominciano il loro esodo fuori dal Sudan.
Suo marito, Alì, la avvertì gentilmente
"se dovesse giungere il peggio, non tentare di salvarmi."
Devi sopravvivere con i bambini, perciò nasconditi silenziosamente.

Il giorno seguente i razziatori Janjaweed
Catturarono e portarono via tutti gli uomini
Si vedeva vedova
Mentre faceva la guardia ai suoi figli addormentati
E poi guardava le infinite stelle del cielo

Attraverso sabbie tempestose
Passarono in Ciad dal Sudan
Il suo amore per lei continuava a farla andare avanti
Mentre il suo amore per lui la manteneva calma
Sorridendo mentre pronuncia il nome di lui.
Come una preghiera per il Sudan.

Ora mentre ti scrivo la tua storia
Magboula trema sotto l'albero
Non c'è cibo per il bimbo che culla
Fissandomi.

Cosa ci vorrà per ricordare?
Ciò che abbiamo detto non lo dobbiamo dimenticare.
Mai più, è adesso, ancora una volta in Sudan.
Mai più, è adesso, ancora una volta in Sudan.
Come una preghiera per il Sudan.

[bamanankan background vocals]
Preghiamo per uscire dal buio.
Alcune persone hanno fatto un piano e hanno sganciato una bomba.
Prendiamo i bambini e scappiamo.
Madre e figli hanno preso il largo
La donna si spaventa per tante brutte cose.
Donna, nascondiamo i tuoi bambini.
combattere, combattere, basta combattere, basta combattere.
Le persone si risvegliano dal sonno
Oh Sudan, Sudan non accadrà mai più
Dio non lo farà accadere di nuovo
Non accadrà mai più
Preghiamo per il Sudan
Non accadrà mai più
Basta combattere, basta combattere, combattere rovina ogni cosa.

* miliziani filogovernativi

inviata da Kiocciolina - 18/7/2008 - 11:01



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org