Lingua   

Io canto l’estate

Roberta Giallo
Lingua: Italiano


Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

Via di qua
(Roberta Giallo)
Roberta Giallo: Il Natale ci fa male
(GLI EXTRA DELLE CCG / AWS EXTRAS / LES EXTRAS DES CCG)


(2017)
Parole e musica di Roberta Giallo
Incisa e pubblicata nel settembre 2022

Io canto l'estate

Il nuovo singolo della cantautrice Roberta Giallo, che continua a cercare poesia, luce e bellezza in un mondo devastato dalla guerra e si impegna a costruire e ri-costruire, ostinatamente. La canzone – una preghiera laica dedicata a chi ha perso qualcosa di importante – ha vinto il Premio Musicale dedicato al Poeta Dino Campana.

"Ho scritto questa canzone tempo fa, l’ho lasciata decantare e adesso è più attuale di prima. Racconta di acque, di fango, di cemento, di ‘Ulisse che non torna a casa’ e di rose. È una preghiera laica. La dedico a chi ha perso qualcosa di importante, ma nonostante tutto intercetta “‘a Luce’ nella fanghiglia del vivere quotidiano“, racconta Roberta Giallo.

E aggiunge: “Cosa possiamo fare di fronte alle perdite, a un lutto inspiegabile, alle guerre o al danno di una catastrofe naturale come l’alluvione nelle Marche? Come possiamo consolarci dall’inconsolabile? Io canto l’Estate, quel po’ di luce che intercetto nella vita e a cui do il nome di ‘poesia’, per salvare me e magari anche qualcun altro, perché credo che l’arte onesta, umile e sincera abbia sempre un potere salvifico.“

Roberta Giallo, "Io canto l'estate": una preghiera laica per chi ha perso qualcosa di importante - imusicfun
Cos’è da tenere, cos’è da buttare,
non me lo dice la televisione
e la tradizione non è più cosa certa,
la sua coperta è sempre più corta

Chi sei tu? chi sei?
quello che poi dimenticherai
chi sei stato mai e chi sarai?
se a queste domande non risponderai

Dove vanno i ricordi quando non li ricordi,
forse migrano altrove dove c’è il sole
lo sai, la tristezza ha un colore profondo
e le acque del tempo compongono il mare

Dove scappare?
se ti hanno vuotato ogni cassetto
di amore, denaro e di sogni
ti aspetto Coraggio, Speranza m’ascolti!

Io canto l’Estate nel pieno dell’inverno
io canto l’Estate nel pieno dell’inverno
e indosso un sorriso ogni singolo giorno
io che pianto le rose su questo cemento
perché a modo mio prego ogni momento
sì, io pianterò rose su questo cemento
perché a modo mio prego ogni momento

Ulisse non torna, l’Assurdo trionfa,
dovunque regna la contraddizione
notizie a sinistra, notizie più a destra,
ma nessuno ha visto e non c’è un testimone

Solo l’Amore, anche se non risponde
c’abbraccia e c’infonde
purezza d’intenti e forza d’agire
perché questo fango possa scomparire

Io canto l’Estate nel pieno dell’inverno
io canto l’Estate nel pieno dell’inverno
e indosso un sorriso ogni singolo giorno
io che pianterò rose su questo cemento
perché a modo mio prego ogni momento
sì, io pianterò rose su questo cemento
perché a modo mio prego ogni momento

Da una favola mi sveglio
e anche con niente sorrido lo stesso
vedo, ascolto e ti accarezzo,
son viva ancora se sogno e se penso!

Da una favola mi sveglio
e anche con niente sorrido lo stesso
vedo, ascolto e ti accarezzo,
son viva ancora se sogno e se penso!

Io canto l’Estate nel pieno dell’inverno
io canto l’Estate nel pieno dell’inverno
e indosso un sorriso ogni singolo giorno
io che pianterò rose su questo cemento
perché a modo mio prego ogni momento
sì, io pianterò rose su questo cemento
perché a modo mio prego ogni momento

inviata da Lorenzo Masetti - 9/10/2022 - 23:28


Bravissima, brano stupendo la poesia si coniuga in musica! Complimenti

13/10/2022 - 14:46



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org