Lingua   

Nuḍḍu è di nuḍḍu (e nuḍḍu m’avi)

Olivia Sellerio
Lingua: Siciliano


Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

Sugnu sicilianu
(Poleman)
Aloïda
(Tri Yann)


[ 2018 ]
Film / Movie / Elokuva:
Alberto Sironi
La giostra degli scambi


Palori e musica / Testo e musica / Lyrics and music / Paroles et musique / Sanat ja sävel :
Olivia Sellerio

Album: Zara Zabara





Questa canzone di Olivia Sellerio ripropone lo stile inconfondibile delle altre tracce del suo album. Il regista Alberto Sironi fece una scelta particolarmente felice inserendola come sigla di inizio e di chiusura del film. La giostra degli scambi si distacca dal genere dei polizieschi di Montalbano: l’introspezione non è più una chiave di secondo piano funzionale all’azione e allo sviluppo delle indagini, é piuttosto tessuto della narrazione. Anche gli attori del calibro di Fabrizio Bentivoglio e di Sebastiano Lo Monaco hanno dato un contributo decisivo con la loro interpretazione.
È un pantanoso labirinto del malamore, di un tenebroso malessere: geloso oppure ossessivo. Nel dedalo di meandri, giravolte, gomiti d’ombra, nasconde una «camera della morte»: l’ultima, la più segreta, come quella delle mattanze nelle tonnare [Salvatore Silvano Nigro]

[Riccardo Gullotta]
Nuḍḍu è di nuḍḍu e nuḍḍu m’avi
Ma m’impristavu a tìa
E ti facisti chiavi e cruci e mala vuci c’abbannìa

Dissiru ca l’amuri è allibbirtari
E m’insirrasti ’a via,
Ma nuḍḍu m’avi, nuḍḍu m’avi, nuḍḍu m’avi, nuḍḍu m’avi e nuḍḍu mi patrunìa

Tu raggia c’annorba e ferru spinu
L’aria un si catamìa
E li to manu su deci marteḍḍi e la taliàta ’na malìa

Tu ca m’annagghi e annivi li pinzeri
Caloma chiami amuri
Ma nuḍḍu m’avi, nuḍḍu m’avi, nuḍḍu m’avi, nuḍḍu m’avi e nuḍḍu mi supranìa

E ora lu cielu fussi da me parti
Canciassi l’aria, canciassi li me carti
Vintiassi p’allascariti ’i mìa
E vintiassi pi sciusciariti via

Fuju ca lu duminiu è un chiovu finu
Spina di bramusìa
Ora ca m’arruspigghiu, curru e sghiddu
Tu chianci a mìa

Nuddu è di nuddu e nuddu n’avi
E si l’amuri si fa gaggia va
Ca nuḍḍu n’avi, nuḍḍu n’avi, nuḍḍu n’avi, nuḍḍu n’avi, e
Nuḍḍu m’avi, nuḍḍu m’avi, nuḍḍu m’avi, nuḍḍu m’avi, nuḍḍu, ma
Tu avisti a mìa

inviata da Riccardo Gullotta - 12/4/2022 - 23:11



Lingua: Italiano

Traduzione italiana / Traduzzioni taliana / Italian translation / Traduction italienne / Italiankielinen käännös:
E’ una traduzione moderatamente libera
Riccardo Gullotta

NESSUNO È DI QUALCUNO (E NESSUNO MI POSSIEDE)

Nessuno è di qualcuno e nessuno mi possiede
Ma mi sono data in prestito a te
A te sfruttatore aguzzino e voce perversa che prevarica

Hanno detto che l’amore è liberatorio
Tu hai messo le catene alla mia vita,
Ma nessuno mi possiede, nessuno mi possiede, nessuno mi possiede, nessuno mi possiede e nessuno mi fa da padrone

Tu rabbia che acceca e filo spinato
Non tira un filo d’aria
Le tue mani pesano come dieci mazzole e il tuo sguardo mi strega

Tu che mi afferri e ghiacci i sentimenti
Chiami amore il laccio
Ma nessuno mi possiede, nessuno mi possiede, nessuno mi possiede, nessuno mi possiede e nessuno mi sottomette

E adesso che il cielo sia dalla mia parte
Che cambi il vento, che cambi il mio destino
Si alzasse il vento per allontanarti da me
Si alzasse il vento per portarti via con un soffio

Scappo dal predominio male sottile
Croce di desiderio
Ecco, mi sveglio, corro e scappo
Tu mi rimpiangerai

Nessuno è di qualcuno e nessuno ci possiede
E se l’amore si fa galera va
Che nessuno ci possiede, nessuno ci possiede, nessuno ci possiede, nessuno ci possiede, e
Nessuno mi possiede, nessuno mi possiede, nessuno mi possiede, nessuno mi possiede, nessuno, ma
Tu mi hai avuta

inviata da Riccardo Gullotta - 12/4/2022 - 23:14



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org