Lingua   

Io sono Michele

Rosalino “Ron” Cellamare
Lingua: Italiano



Ti può interessare anche...

Petit soldat
(Dub Incorporation)
La grande città industriale
(Rosalino “Ron” Cellamare)
Maria Sole
(Donatella Rettore)


1994
dall'album "Angelo"

Angelo
Io sono Michele
E canto il mondo
Con la mia voce
Canto il Brasile profondo
Oggi sono qui
Come una favola
Domani chissà
Forse sarò su una nuvola

Esco di notte
Durante il temporale
Che scava certe buche
Le dovreste vedere
Io vivo lì
Nascosta come una rondine
Per scappare
Alle squadre della morte

Sono Michele
E ho tredici anni
Mia madre dov’è?
Sarà con gli altri fratelli
Mio padre non so
Non l’ho mai conosciuto
L’uomo che è in casa però
Non mi è mai piaciuto
Regala le bambole
A mia sorella più grande
E io no
Io non posso toccarle

Tutti i bambini
Che muoiono piccoli
Li veston di bianco
Sembrano cuccioli
Seguo il funerale
Poi aspetto la notte
Quando il guardiano
Chiude e spegne la luce
Io resto lì
Finalmente sola
Comincio a scavare
Come una mamma ansiosa
Prendo il bambino
Lo tengo tra le mie braccia
Comincio a cullarlo
Che tenerezza

I bambini
Non muoiono mai
Si addormentano
Col sorriso degli angeli
In questo paradiso
Di sole e carnevale
In questo cimitero
Di pace e dolore
Io son Michele
Bimba da uccidere
Lasciatemi stare
Voglio vivere

inviata da Alberto Scotti - 16/10/2020 - 18:09



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org