Lingua   

1986 radioattività

Cacao
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Cold Grey Fairyland
(Déanta)
サマー・タイム・ブルース (Summertime Blues)
(RC Succession / RC サクセション)
La nube tossica
(Gianni Togni)


2012
Cacao1&2
cacao

"Nella seconda metà degli anni ’80, a Milano, il rimpianto Tangram di via Pezzotti era meta fissa per gli appassionati di buona musica. Gli artisti presenti erano sempre una garanzia, ma tra quelli di maggior richiamo è bello ricordare Cooper Terry con la sua Nite Life, la Dave Baker Band, Chuck Fryers and Friends, di matrice blues o rock/blues, e i Cacao apprezzati, oltre che per le doti di musicisti, anche per il loro saper coniugare più generi e influenze.
Il curriculum artistico dei Cacao era di tutto rispetto. Dario Guidotti, Vittore Andreotti e Piero Papotti venivano dalla Treves Blues Band, Guidotti, cantante e multi strumentista, era stato anche uno dei membri cardine di una nota band progressive, i Jumbo, Marco Colombo divenne il chitarrista di riferimento di Gianna Nannini e Enzo Cafagna era un bassista che sapeva essere tecnico o essenziale a seconda delle esigenze dei pezzi. L’unico loro omonimo LP era datato 1981 (etichetta Pilgrims Fathers Record), seguito poi da un paio di singoli, che avrebbero dovuto anticipare un secondo mai pubblicato LP.

Da alcuni anni si vociferava di una possibile ristampa del loro album, ma la realtà dei fatti è andata oltre le attese. Il nuovo "Cacao 1&2" (Vololibero Edizioni - 2012) è infatti un cofanetto composto da ben due CD e completato da un esaustivo libretto che abbina interessanti e originali foto ad una curata biografia. Il primo disco è la riproposizione dell’album originale, già edito ma rarissimo, il secondo raccoglie 15 brani, inediti o rari, digitalizzati da registrazioni dell’epoca e un breve cameo registrato live oggi, con la formazione originale. Etichettare o catalogare i Cacao non è semplice. La loro musica è scientemente contaminata e ricca di spunti. Rock? si certo, ma anche pop, progressive e rock/blues valorizzati dagli interventi di sax, armonica e flauto di Dario Guidotti. A distanza di trent'anni le canzoni sono ancora molto positive, gradevoli e interessanti, curate sia nella parte strutturale armonica che nei testi mai banali. A renderle riconoscibili come decennio di riferimento, ma non che questo sia un difetto, sono solo alcuni suoni delle tastiere e, in certi brani, il sound della chitarra elettrica. È un vero piacere avere la possibilità di riascoltare tutte le canzoni dei Cacao, gruppo che avrebbe meritato ben maggiore fortuna. La speranza è che la pubblicazione di questo cofanetto ottenga un buon riscontro che possa spingere il gruppo ad una reunion, non solo per dei concerti, ma per la pubblicazione di un lavoro di inediti".
verso-la-stratosfera
1° maggio dell'86
vero primo giorno di sole
primo giorno per uscire di casa
è un mese che piove
Un giorno al parco con padri
fidanzati, biciclette, frisbee
tutt'intorno a te
io e Marco una faccia di due che sono due
ma presto diventeranno tre
un quadro commovente un fotogramma fu
che nascondeva una novità
la radioattività

Il telegiornale dice non dice
dice giorni fa
dice lontano
la gente avrà troppa fantasia
ma non rimane con le mani in mano
non c'è più verdura nei supermercati
dalle 11 di venerdì
io riesco a trovare per Mara
qualche litro di latte UHT
All'aria tonificante di una grande città
mancava solo un tocco di qualità
la radioattività
la radioattività

Il mio mondo è l'unico che ho
Il mio mondo è l'unico che ho
Il mio mondo ed è l'unico che ho

Le bombe ai fini di guerra
saranno coi livelli di guardia
coi livelli letali
non uscire fuori
non entrare nei prati
corri a casa se piove
non restare bagnato, mai
che brutto scherzo
dicono che sta arrivano
potrai tenere la bocca chiusa
fino a quando vorrai
ma non ti basterà
no
la radioattività
la radioattività
la radioattività

Il mio mondo è l'unico che ho
Il mio mondo è l'unico che ho
Il mio mondo ed è l'unico che ho

inviata da Dq82 - 6/10/2020 - 13:18



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org