Lingua   

¿Hay libertad?

Chicho Sánchez Ferlosio
Lingua: Spagnolo


Ti può interessare anche...

The Civil War in Spain
(Joe Mulheron)
Centuries of Pain: the Ballad of Amadou Diallo
(Lorcan Otway)
Tra l'altro
(Carlo Valente)


[1978]
Un brano forse mai pubblicato, non lo ritrovo in un disco di Ferlosio.
Trovo il testo su diversi siti spagnoli, a cominciare da Pueblo de España, ponte a cantar
Ripreso recentemente dai Gaupasa nel loro brano "Agustín Rueda 1978", nell'EP "Bajo tierra" del 2019.

Agustín Rueda Sierra


Forse la prima canzone dedicata ad Agustín Rueda Sierra (1952-1978), militante anarchico che, mentre era detenuto nel carcere di Carabanchel a Madrid, fu trucidato a botte dalla guardie nella notte tra il 13 ed il 14 marzo 1978, a seguito della scoperta di un tentativo di evasione.
Solo 10 anni dopo il direttore del carcere e alcuni secondini andarono a processo per quell'orribile assassinio, ma nessuno di loro si fece più di qualche mese di carcere...

Murale dedicato ad Agustín Rueda Sierra, Facoltà di Scienze della Universidad Autónoma de Madrid (UAM)
Murale dedicato ad Agustín Rueda Sierra, Facoltà di Scienze della Universidad Autónoma de Madrid (UAM)


Si veda anche al proposito El último vagón dei Barricada.
Amigo Luís Llorente, que fuiste preso ayer; (1)
escúchame Felipe; Santiago, entérate: (2)
bajad de esos escaños forrados de papel,
que Agustín Rueda Sierra murió en Carabanchel. (3)

¿Hay libertad?; ¡Qué libertad!
Si cuatro de uniforme te empiezan a pegar.
¿Hay libertad?; ¡Qué libertad!
Tendido está en el suelo y no contesta ya.

Bonita democracia de porra y de penal;
con leyes en la mano te pueden liquidar.
Y a aquél que no lo alcanza de muerte un tribunal,
lo cogen entre cuatro y a palos se la dan.

¿Hay libertad?; ¡Qué libertad!
Lo sacan de la cárcel para ir al hospital.
¿Hay libertad?; ¡Qué libertad!
Agustín por buscarla, miradlo como está.
(1) Ignoro chi fosse il Luís Llorente citato, evidentemente un amico di Ferlosio allora di recente arrestato...
(2) Felipe e Santiago sono rispettivamente Felipe González e Santiago Carrillo, allora deputati per il i partiti socialista e comunista, i quali pare si adoperarono perchè quel crimine efferato non restasse impunito.



(3) Il carcere di Carabanchel a Madrid è stato uno dei simboli più inquietanti del fascismo franchista. Il carcere fu costruito infatti dopo la vittoria di Franco nella guerra civile. A Carabanchel furono rinchiusi moltissimi prigionieri politici e altre categorie perseguitate, come gli omosessuali. Definitivamente chiuso nel 1998, restò abbandonato per anni nel degrado totale, soprattutto della memoria, finchè nel 2008 fu raso al suolo...

inviata da Bernart Bartleby - 13/9/2020 - 10:20



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org